Commenta

Trovata senza vita
in un fosso la 50enne
scomparsa da Bottaiano

Il corpo di Antonella Cebin, la 50enne di Bottaiano, frazione di Ricengo, scomparsa lunedì, è stato trovato sabato mattina in un fosso a Casaletto di Sopra. Dopo una settimana di ricerche, l’epilogo tragico. La donna era uscita di casa in bicicletta senza mai fare ritorno. Non aveva cellulare, né documenti. Preoccupata, la famiglia si era rivolta alle forze dell’ordine ed erano scattate le ricerche da parte dei vigili del fuoco, degli uomini della protezione civile, di polizia e carabinieri. Antonella Cebin viveva con i suoi due figli. Tre anni fa era rimasta vedova e dalla perdita del marito pare non si fosse ripresa. Sabato mattina un passante ha notato il corpo in una roggia in territorio di Casaletto di Sopra, nei pressi della provinciale 44. Vicino al corpo è stata trovata anche la bicicletta con cui la donna si era allontanata. Nelle prossime ore verrà eseguita l’autopsia per stabilire le cause del decesso. Per ora l’ipotesi è quella del suicidio.

© Riproduzione riservata
Commenti