3 Commenti

Profughi, 25 nuovi arrivi in
10 giorni: strutture recettive
prossime alla saturazione

Venticinque nuovi arrivi negli ultimi dieci giorni. I continui sbarchi di profughi sulle coste italiane si ripercuotono anche su Cremona e sul territorio, non lasciando neppure il tempo per il ricambio. “Mediamente ne arrivano tre o quattro ogni giorno” fa sapere don Antonio Pezzetti, direttore della Caritas. “Ne abbiamo dislocati ormai in tutte le strutture del territorio, ma di posto non ce n’è più. Ce ne staranno ancora due o tre, poi non sapremo più dove metterli”.

Del resto i posti per l’accoglienza, circa 800 sul territorio, sono ormai stracolmi, anche a fronte del fatto che le procedure per il riconoscimento (o rigetto) del diritto di asilo politico nel nostro Paese sono lunghissime. Dunque i nuovi arrivi si sommano a quelli già insediati ormai da mesi, creando una situazione di overflow difficilmente sostenibile dagli operatori dell’accoglienza, che devono fare i conti con un numero di posti decisamente inferiore rispetto alla richiesta.

Del resto che vi saranno ulteriori arrivi è quasi inevitabile, soprattutto se si considera che negli ultimi giorni il numero di sbarchi sulle coste italiane è aumentato in maniera esponenziale: si parla di circa 2000 nuovi arrivi ogni giorno.

LaBos

© Riproduzione riservata
Commenti
  • luciano

    Ottimo , più ne arrivano e piu pensioni ci pagano …che bello la società multirazziale.

  • Sorcio Verde

    ALEEE!!!! Tutti Siriani vero?

  • pier

    poi li troviamo per le strade o fuori dai market a chiedere l’elemosina (dicono per mangiare).