Commenta

Rilanciato progetto
'Passepartout' anche per
il prossimo anno scolastico

Dopo il primo anno di sperimentazione del progetto Passepartout, frutto del lavoro sinergico tra Settore Politiche Educative e Informagiovani per favorire il dialogo tra scuola e mondo produttivo locale,  il lavoro svolto dalle scuole è stato presentato ai rappresentanti delle associazioni di categoria e ai partner che hanno affiancato questo percorso di conoscenza del mondo produttivo ed economico del territorio.  All’incontro erano presenti per il Comune la vice sindaco e assessore all’Istruzione Maura Ruggeri, Stefania Reali e Lina Stefanini del Settore Politiche Educative, e Rosella Ziglioli dell’Informagiovani. In tale occasione la vice sindaco Maura Ruggeri ha rilanciato l’impegno dell’Amministrazione a proseguire l’azione intrapresa, chiedendo nel contempo il sostegno e la collaborazione delle associazioni di categoria per il rinnovo del protocollo d’intesa già a partire dal prossimo mese di settembre.

A cura del gruppo di lavoro sono stati illustrati i risultati dell’azione svolta che ha previsto percorsi di conoscenza del territorio “classici” e “sperimentali”, novità di questa edizione che hanno permesso ai ragazzi di affrontare e approfondire, con il supporto di orientatori, temi come la complessità del mondo produttivo, l’importanza delle competenze trasversali di cui necessitano le figure professionali, la cultura del lavoro e la responsabilità.

Sottolineata inoltre l’attività di rete, grazie alla quale sono state messe a confronto competenze diverse, che ha portato  alla realizzazione del catalogo “Passepartout, proposte, attività, servizi e strumenti per l’orientamento”, che consolida la logica che l’orientamento costituisce parte integrante dei curricula di studi e in generale del processo educativo.  Passepartout ha il suo punto di forza nel coinvolgimento delle aziende, dei servizi della città segnalati dalle associazioni di categoria e da enti che offrono la disponibilità a incontrare le classi, ad ospitarle nella sede di lavoro, nonché a collaborare nella fase di rielaborazione e documentazione dell’esperienza e restituzione del lavoro svolto all’interno della scuola ad altre classi o in altre occasioni pubbliche.

I percorsi compiuti nell’anno scolastico appena concluso hanno focalizzato l’attenzione su alcuni aspetti quali, ad esempio, la cultura del lavoro, le tradizioni artigiane e le storie imprenditoriali della città, il sostegno alla scuola nel compito di far conoscere il territorio.

Sono stati trasmessi ai partecipanti i concetti chiave più ricorrenti sul tema lavoro emersi durante gli approfondimenti con l’orientatore nelle classi dei vari ordini di scuola: impegno, competenze, passione, parole predominanti per le secondarie di primo e secondo grado. Rispetto reciproco, senso di responsabilità e capacità di risolvere i problemi sono alcuni dei concetti che prevalgono per la primaria. Infine sono stati presentati i dati della customer di valutazione da parte degli insegnanti con risultati davvero positivi che incoraggiano a proseguire nella stessa direzione.

In questo anno scolastico hanno aderito al progetto 27 soggetti tra associazioni, enti, media e società, sono state ben 59 le aziende che hanno offerto la loro disponibilità, 22 sezioni di scuola infanzia comunale e 26 classi dalla primaria alla secondaria di secondo grado di cui 6 hanno scelto la versione sperimentale.

© Riproduzione riservata
Correlati
Commenti