Commenta

A Cremona crolla il turismo:
nei primi 4 mesi 2016 quasi
dimezzato rispetto al 2015

Foto Sessa

Se i primi quattro mesi dell’anno hanno fatto registrare, in Lombardia, un saldo turistico nettamente positivo, Cremona ha invece dimezzato letteralmente gli incassi. A dirlo sono i dati dell’Ufficio Italiano dei Cambi diffusi dalla Banca d’Italia, che hanno evidenziato per la Regione un saldo positivo pari a 112 milioni di euro. In pratica da gennaio ad aprile le spese dei turistiprovenienti dall’estero che hanno soggiornato nelle località della Lombardia sono state pari a 1 miliardo e 930 milioni di euro, in aumento rispetto allo stesso periodo del 2014 quando gli introiti ammontarono a 1.766 milioni. Un incremento quindi delle spese effettuate dai turisti pari a 164 milioni di euro.

A differenza di questi dati positivi, Cremona registra invece una pesante flessione, passando dai 16 milioni del 2015 ai nove milioni del 2016, con un decremento di sette milioni. In flessione anche Lodi, passata dai due milioni di euro dello scorso anno al milione di euro di quest’anno; a Sondrio invece dai 20 milioni agli attuali 18 milioni con una flessione di due milioni; infine a Brescia si è scesi da 102 a 92 milioni con una flessione, quindi, di dieci milioni di euro.

Bene invece le altre province della Lombardia: l’incremento più consistente della spesa dei turisti stranieri si è avuto nella provincia di Como, dove si è passati dai 231 milioni di euro dei primi quattro mesi dello scorso anno agli attuali 326 milioni di euro, con un incremento di 95 milioni di euro.

A Varese dai 156 milioni di euro ai 198 milioni di euro con un incremento di 42 milioni di euro; Bergamo dai 50 milioni di euro ai 68 milioni di euro con un aumento di 18 milioni di euro. Milano vanta, ovviamente, l’ammontare più consistente che era pari a 1.117 milioni di euro nei primi quattro mesi del 2014, che sono diventati 1.134 milioni quest’anno con un aumento di 17 milioni di euro. La provincia di Monza e Brianza ha fatto registrare 18 milioni di euro lo scorso anno contro i 28 milioni di quest’anno; Mantova è passata dai 18 milioni di euro dello scorso anno ai 19 milioni di quest’anno con un aumento di un milione di euro; Pavia dai 22 milioni di euro dello scorso anno ai 23 milioni di quest’anno con un aumento di un milione di euro. Stazionaria la situazione di Lecco con 14 milioni di euro.

© Riproduzione riservata
Commenti