Commenta

Spacciava nelle campagne
di Zanengo. Preso dopo
tentativo di fuga

L’uomo era diventato il punto di riferimento dello spaccio di eroina per molti giovani provenienti da tutta la provincia di Cremona. Recuperati 30 grammi di eroina di cui lo spacciatore aveva tentato di disfarsi nella fuga tra i campi.

Nel tardo pomeriggio di ieri i carabinieri del Nucleo operativo e radiomobile di Cremona, al termine di una lunga attività di osservazione, hanno arrestato a Zanengo, E.M.A., 41 anni, marocchino senza fissa dimora e già colpito da una misura cautelare da parte del tribunale di Avezzano (AQ) poiché sorpreso nella flagranza del reato di spaccio di sostanze stupefacenti. L’uomo, proveniente dall’hinterland milanese e il cui giro d’affari si era rapidamente diffuso in favore di molti assuntori, da alcuni giorni era diventato il punto di riferimento dello spaccio di eroina per molti giovani provenienti da tutta la provincia di Cremona. Lo spaccio avveniva nelle aree campestri di Zanengo, in modo da poter fuggire ad un eventuale arrivo dei carabinieri. Ma non è andata così: il marocchino ha sì tentato di fuggire, ma i militari lo hanno bloccato. Sul posto sono stati recuperati 30 grammi di eroina di cui lo spacciatore aveva tentato di disfarsi nella fuga tra i campi, materiale per il confezionamento ed una bilancina di precisione. Sempre ieri, tra l’altro, prima dell’arresto del nordafricano, sono stati fermati 4 assuntori che saranno segnalati al Prefetto di Cremona. L’arrestato, su cui gravava una misura cautelare del divieto di dimora nel comune di Avezzano e numerosi precedenti per spaccio, al termine degli accertamenti di rito è stato condotto nel carcere di Cremona.

© Riproduzione riservata
Commenti