Cronaca
Commenta

Sisma, la Caritas cremonese ha già stanziato 10mila euro

La Diocesi, attraverso Caritas Cremonese, ha già stanziato una prima somma di 10mila euro per le zone colpite dal terremoto. Nel frattempo, mentre non pochi cremonesi stanno contattando gli uffici di via Stenico per non far mancare un proprio contributo di solidarietà, la Delegazione delle Caritas Lombarde ha organizzato la consegna di tende da campo nei luoghi dell’emergenza. E’ quanto fa sapere il portale diocesano.

 

“Come Caritas della Lombardia – spiega don Antonio Pezzetti, direttore di Caritas Cremonese, al sito della Diocesi – siamo in contatto con Caritas Marche, cui abbiamo garantito il nostro supporto. In questa prima fase dell’emergenza occorre concentrarsi sull’azione di primo soccorso, coordinata dalla Protezione civile. Non ci sono richieste di cibo o vestiario, per questo non raccogliamo alcun tipo di materiale, anche perché sul posto manca la disponibilità di spazi per il deposito e, inoltre, sono già state donate molte cose. Lasciamo che siano le Istituzioni, attraverso la Protezione Civile, i Vigili del Fuoco, l’Esercito a gestire questa fase di primo soccorso. La Caritas sarà pronta e disponibile subito dopo, quando l’onda delle emozioni si placherà per lasciare il posto ad una nuova quotidianità tutta da organizzare”.

Sostegno e vicinanza, oltre che nella preghiera, si possono già esprimere con offerte che serviranno per gli interventi che risulteranno necessari nelle prossime settimane o a medio e lungo termine. Un aiuto che avverrà collaborando in rete alle fasi di riabilitazione e sviluppo dove sarà richiesto, specialmente sostenendo le fasce più deboli (minori e anziani) pensando già all’eventuale realizzazione di punti di ritrovo “sociali” in cui organizzare punti-salute e doposcuola in collaborazione con le Parrocchie e le Caritas locali. Proprio per questo Caritas Cremonese ha già stanziato 10mila euro.

Relativamente alla disponibilità, manifestata da numerosi volontari, a recarsi nei territori colpiti dal sisma, Caritas Cremonese fa presente come in questo momento sarebbero solo di intralcio all’operato di coloro che stanno ancora lavorando alla ricerca dei dispersi e nel recupero delle vittime. Presso gli Uffici Caritas, comunque, è già possibile segnalare la propria disponibilità per eventuali attività che saranno organizzate in un secondo tempo.

Occasione concreta di solidarietà sarà la colletta nazionale che si terrà in tutte le chiese della diocesi – così come nel resto d’Italia – domenica 18 settembre, in concomitanza con il 26° Congresso Eucaristico Nazionale di Genova.

È inoltre possibile effettuare offerte attraverso i seguenti canali di Caritas Cremonese:

  • conto corrente postale n. 68 411 503 intestato a Fondazione San Facio onlus
  • conto corrente bancario intestato a Fondazione San Facio onlus presso Banca di Piacenza (Via Dante 126 – Cremona): IT 57 H 05156 11400 CC0540005161
  • uffici di Caritas Cremonese (via Stenico 2/b – tel. 0372-35063)

© Riproduzione riservata
Commenti