Cronaca
Commenta

Futuro Provincia, sindacati: 'Preoccupante incertezza, penalizzati i più deboli'

Le segreterie provinciali Cgil, Cisl e Uil confederali e delle  Categorie della Funzione Pubblica e dei Pensionati esprimono “forti preoccupazioni per la situazione rappresentata nella giornata di giovedì dal Presidente dell’Ente Provincia Viola”.

“L’assenza di certezze sul futuro dell’ente, e quindi l’impossibilità di una necessaria programmazione, è  legato – si legge in una nota congiunta –  al percorso di riforma degli enti di area vasta, in attesa dell’esito del referendum costituzionale che manterrà o cancellerà definitivamente dall’ordinamento statale le Province, la mancata approvazione del bilancio preventivo 2016 (come è avvenuto d’altra parte per quasi tutte le province lombarde), il mancato trasferimento di adeguate risorse per la garanzia dei servizi di competenza da parte dello Stato e di Regione Lombardia, preoccupano fortemente il sindacato cremonese”.

Le organizzazioni sindacali “denunciano come questa situazione determini, ancora una volta, penalizzazioni verso i soggetti più deboli e sui cittadini tutti. Come saranno garantiti, stante l’attuale situazione economica dell’Ente i  servizi quali  trasporto disabili, mantenimento stradale, manutenzione e funzionamento degli edifici scolastici e il trasporto pubblico locale? E ancora, quali prospettive occupazionali, economiche e professionali per i lavoratori dell’ente? “

“Preso atto che l’ente ha già attuato in questi due anni tutti i possibili intereventi di razionalizzazione di propria competenza – concludono -, il sindacato cremonese chiede con forza ai decisori di mettere tra i primi punti delle loro agende politiche il tema della garanzia dei servizi e della dignità dei lavoratori che li erogano”.

© Riproduzione riservata
Commenti