Cinema
Commenta

Cena al Museo per famiglia Tognazzi ricordando l'Ugo della Grande Abbuffata

foto Sessa

Il titolo scelto fa il verso ad uno dei film che fecero più scandalo nella carriera di Ugo Tognazzi, “La grande abbuffata”, ma la cena che ha dato avvio ai nuovi eventi per ricordare il grande attore cremonese, è stata molto più sobria di quella messa in scena da Ferreri. Nella cornice neoclassica del porticato del Museo Civico, Ricky Tognazzi e famiglia hanno inaugurato insieme al sindaco Galimberti le iniziative del programma 2016 con un buffet a base di insalata di cappone, provolone con mostarda di fichi, salame Cremona IGP, lesso e salsa verde, lingua con verdure in agrodolce, marubini, frittata con spinaci. Gli eventi di quest’anno, che fanno seguito a quelli del 2015, a 25 anni dalla scomparsa di Ugo, avranno il clou con l’apertura dell’Archivio Tognazzi, presso il Dipartimento di Musicologia dell’Università di Pavia, raccolto da Elena Mosconi, con testimonianze della vita pubblica e privata dell’artista. L’apertura è in programma per il 27 ottobre; nella stessa giornata al teatro Filo, premiazione del migliore cortometraggio presentato al concorso nazionale “Come fosse Antani”, su soggetto attinente l’attore cremonese, e in serata proiezione di “La grande abbuffata”.

Molti gli appuntamenti gastronomici sulla scia della passione di Ugo per la cucina: dalla festa della Mostarda, in programma il 15 e 16 ottobre ai Giardini di Piazza Roma ai percorsi gastronomici dei ristoranti e dei produttori locali della Strada del Gusto che si sfideranno nella produzione del piatto migliore, premiato poi all’interno della festa del Torrone. Altro omaggio a Tognazzi sarà la proiezione del docu – film “Ritratto di mio padre” di Mariasole Tognazzi, il 23 novembre al cinema Filo. L’associazione culturale Tapirulan omaggia Tognazzi con un concorso – mostra internazionale per illustratori,  ispirato al  ‘ciak’ cinematografico, nella cui giuria figura Renato Casaro, autore di alcune celebri locandine di film di Tognazzi. E uno spazio particolare avrà anche un altro personaggio della cultura locale scomparso 10 anni fa, il regista ed autore Sandro Talamazzini, di cui verrà proiettato in versione rimasterizzata il cortometraggio Michelino Mangiafuoco (22 novembre, CineChaplin).

“L’anno scorso è stata una scommessa ritornare alla creatività di Ugo Tognazzi per riscoprire una creatività nuova – ha detto il Sindaco Galimberti durante la serata di presentazione  – Quest’anno è stata una scommessa ancora più grande perché un progetto culturale che genera cambiamento non è un evento a spot, ma un percorso costruito insieme e che continua nel tempo. Ringraziamo tutti quelli che hanno collaborato e in particolare la famiglia Tognazzi che è vicina a questo progetto che muove la coscienza della città”.

ricky-2 ricky-1

 

© Riproduzione riservata
Commenti