Un commento

Sala Cremona climatizzata
L'armadio del Platina
pronto per ricollocazione

L’armadio del Platina sarà spostato dalla sala del ‘400 del museo civico alla sala Cremona, i lavori di smontaggio inizieranno lunedi. Il nuovo sistema di climatizzazione nella sala Cremona funziona e si chiude dunque un capitolo su questa imponente opera lignea, costruita alla fine del XV secolo da Giovanni Maria Platina per la sacrestia del Duomo, che doveva contenere i corali della cattedrale. Ogni antella sarà smontata e poi rimontata nella nuova sala. Il lavoro è stato affidato alla ditta Punto Arte di Maurizio Copelli di Ceresara in provincia di Mantova.

L’attuale sala della Pinacoteca, in cui è rimasto da quando ha subito il restauro, quella del ‘400, non è mai stata la sua naturale collocazione.Quel microclima, per un’ opera lignea come questa, non era l’ambiente ideale, tanto che in questi anni l’armadio ha avuto grossi problemi. Per l’armadio serve un ambiente coibentato con temperatura costante e con un valore di umidità attorno al 60% e con una temperatura attorno ai 14 gradi. E il nuovo impianto di climatizzazione, montato nella sala Cremona, ha tutte queste caratteristiche: i dati parlano,  infatti l’ambiente è stato monitorato per mesi. Ora però si pone un nuovo problema: quello del restauro visto che il legno si è gonfiato, le antelle si sono incurvate e non si chiudono più. Inoltre persistono delle profonde fessurazioni.(Sgal)

© Riproduzione riservata
Correlati
Commenti
  • antonio1956

    Considerato che la collettività ha contribuito alla salvaguardia dell’armadio realizzando un ambiente termostatato, tenuto conto che l’armadio non è proprietà del Museo, sarebbe opportuno che il restauro ligneo fosse a carico del proprietario dell’armadio stesso.