Commenta

Smog da sei giorni sopra
la soglia limite: dal 7º
giorno al via i blocchi

Dall’inizio dell’anno sono 28 i giorni di sforamento dei valori di PM 10. Ma soprattutto queste giornate di alta pressione favoriscono l’accumulo degli inquinanti nell’aria, infatti anche oggi è stata superata la soglia di 50 microgrammi/m3 (sesto giorno consecutivo). I competenti uffici comunali hanno già predisposto l’ordinanza che verrà emessa qualora tali condizioni dovessero perdurare.

Il Comune ricorda che, nel caso in cui si arrivasse al settimo giorno consecutivo di superamento del limite giornaliero di 50 microgrammi/m3, in base al Protocollo sperimentale e a tutela dell’aria, predisposto da Regione Lombardia e sottoscritto anche dal Comune di Cremona, scattano le misure temporanee omogenee di 1° livello. Queste prevedono, tra l’altro, l’estensione delle limitazioni all’utilizzo dei veicoli Euro 0 benzina e Euro 0, 1 e 2 diesel (come da limitazioni vigenti) alle giornate di sabato, domenica e ai giorni festivi dalle 7.30 alle 19.30, nonché il divieto di circolazione agli autoveicoli diesel Euro 3 non dotati di sistemi di riduzione della massa di particolato allo scarico, la riduzione di 1 grado centigrado del valore massimo delle temperature dell’aria nelle unità immobiliari e nei locali interni di esercizi commerciali passando da 20°C a 19°C con tolleranza di 2°C.

Nel frattempo l’Amministrazione comunale invita i cittadini a rispettare innanzitutto le norme, in vigore dal 15 ottobre scorso, previste dalla vigente normativa regionale per la limitazione della circolazione di alcuni veicoli finalizzati alla riduzione delle emissioni inquinanti in atmosfera e per il miglioramento della qualità dell’aria. Considerato che al momento permangono le condizioni favorevoli all’accumulo degli inquinanti, anche se è prevista pioggia nella giornata di sabato, la raccomandazione fatta in queste ore, per non incrementare il livello dello smog, è di preferire la bicicletta e i mezzi pubblici alle auto private e ridurre il riscaldamento nelle abitazioni.

© Riproduzione riservata
Commenti