Cronaca
Commenta

Vescovato, sabotate le luci dell'albero di Natale. Ma la festa riesce benissimo

Danno individuato e riparato poco prima dell'accensione, nel pomeriggio dell'Immacolata. "Un'amara sorpresa, che rattrista e lascia senza parole", si sfoga il sindaco Bonfante su Facebook: "Rimango in attesa delle scuse".

L'orchestra dell'IC Ugo Foscolo di Vescovato in piazza

Non tutti a Natale diventano buoni. A Vescovato l’8 dicembre ha rischiato di essere rovinata la festa di piazza per dare avvio al periodo natalizio, con  l’accensione dell’albero, l’inaugurazione del presepe e lo scambio di auguri tra abitanti e amministrazione comunale: i fili elettrici che dovevano illuminare l’albero sono stati tagliati in tre punti, quando ancora la corrente non era stata attivata. Nessun dubbio sull’origine dolosa, un dispetto brutto e inquietante, subito stigmatizzato da una valanga di commenti apparsi su facebook, dopo lo sfogo della sindaco Maria Grazia Bonfante: “Il desiderio di verificare che tutto fosse pronto prima dell’appuntamento delle 17 di oggi non ha dato soddisfazione a chi ha tranciato i cavi dell’illuminazione dell’albero in Piazza Roma che orvescovato-nebbia-alberoa stiamo riparando”, scriveva poco dopo la scoperta. “Un’amara sorpresa, che rattrista e lascia senza parole. Una mancanza di rispetto del lavoro altrui, della cosa pubblica, dei soldi pubblici, dei concittadini. Rimango a disposizione per le scuse. A dopo”. L’indomani (oggi) è scattato l’esame delle telecamere, due quelle presenti in piazza, per cercare di individuare i responsabili, ma le immagini per ora non hanno rivelato nulla.

“Per fortuna ce ne siamo accorti in tempo e la festa è riuscita benissimo”, spiega Bonfante. “La cosa che più mi sarebbe dispiaciuta era l’affronto ai cittadini e ai ragazzi dell’orchestra dell’istituto comprensivo, che hanno dato un’ottima prova di sé riscaldando l’ambiente. Si è respirato un clima di festa, in aperta contraddizione con le intenzioni di chi voleva rovinarla. Ringrazio tutti coloro che hanno collaborato, singolarmente o come associazioni”. Il pomeriggio, iniziato alle 17 con l’accensione delle luci a cui è seguito un rinfresco, è stato reso possibile dalla collaborazione dei gruppi Avis, Artiglieri ex combattenti, Auser.

g.biagi

© Riproduzione riservata
Commenti