Commenta

Torna oltre il limite
il valore delle pm10
sul territorio cremonese

Torna oltre il limite di 50 microgrammi il valore delle PM10 sul territorio cremonese. Ieri le centraline della rete di monitoraggio della qualità dell’aria di ARPA Lombardia hanno registrato ancora valori di PM10 superiori ai 50 microgrammi per metro cubo in diverse stazioni della regione.

La prima soglia del “Protocollo per l’attuazione di misure temporanee per il miglioramento della qualità dell’aria” è stata superata in provincia di Brescia, dove i giorni consecutivi di superamento sono saliti a 20, in provincia di Bergamo e Monza con 17 giorni, in provincia di Como con 8 giorni e nelle province di Cremona, Lecco, Milano, Pavia dove, dopo uno o più giorni sotto le soglie, la media provinciale si è nuovamente attestata su valori superiori ai 50 µg/m3. Nelle province di Lodi, Varese e Mantova le concentrazioni medie provinciali di PM10 sono risultate inferiori alla prima soglia.

La seconda soglia di applicazione del Protocollo, riferita a 70 µg/m3, è stata invece superata nella sola provincia di Brescia per il 1° giorno. Il Servizio Meteorologico dell’Agenzia prevede sino a domattina, in particolare sulla Pianura, precipitazioni deboli e sparse e vento a tratti moderato da est che favoriranno una possibile temporanea diminuzione dei livelli di PM10. Da domani pomeriggio, tempo in graduale miglioramento fino a giovedì, quando la dispersione degli inquinanti tornerà ad essere ostacolata da condizioni più stabili, con sole in montagna ma foschia e cielo grigio in pianura.

Queste le concentrazioni di PM10 più alte rilevate ieri 19 dicembre dalle stazioni situate nei capoluoghi lombardi:

BG          63

BS           73

CO          60

CR          63

LC           48

LO          46

MI          62

MB         61

MN        52

PV          56

SO          51

VA          35

 

© Riproduzione riservata
Tags
Correlati
Commenti