Commenta

L’8 gennaio a Castelleone
l’incontro del Vescovo con
politici e amministratori

Già parecchie le adesioni all’incontro che il vescovo Antonio Napolioni terrà, nella mattinata di domenica 8 gennaio a Castelleone, con gli esponenti del mondo politico, amministrativo, economico e sociale del territorio diocesano. Lo annuncia il sito della Diocesi. Quasi 600 gli inviti spediti dall’Ufficio diocesano per la Pastorale sociale e del lavoro, promotore dell’incontro, guardando all’interno territorio diocesano – dall’area del Cremonesese a quelle del Casalasco-Mantovano alla Bergamasca-Milanese – ma senza tralasciare neppure la confinante diocesi di Crema.

“Essendo quest’anno a Castelleone – spiega Sante Mussetola, incaricato diocesano per la Pastorale sociale e del lavoro – in sinergia con la parrocchia Ss. Filippo e Giacomo abbiamo voluto allargare l’invito anche all’area cremasca, in particolare coinvolgendo anche l’ufficio diocesano di quella Diocesi, con il responsabile Mario Cadisco”.

L’incontro del Vescovo di Cremona con gli esponenti del mondo politico, amministrativo, economico e sociale del territorio diocesano è una tradizione ormai consolidata, anche se quest’anno si caratterizza per alcune novità. Anzitutto la scelta della data all’inizio dell’anno anziché come consueto in Avvento, data l’iniziale coincidenza con la data del referendum costituzionale.

Altro elemento di novità è la scelta della location: non il Centro pastorale diocesano di Cremona, ma una realtà “periferica”. “L’obiettivo – sottolinea Mussetola – è quello di un maggior coinvolgimento dell’intera realtà diocesana, dunque non concentrando le nostre attività solo nella città di Cremona, ma coinvolgendo in modo attivo le diverse zone pastorale”.

La scelta proprio di Castelleone è dovuta a un’altra coincidenza: “L’iniziativa si colloca nell’ambito del 400° anniversario della morte di san Bernardino Realino, legato a questa terra per la funzione civile che qui ha ricoperto prima di abbracciare la vita religiosa. Proprio guardando alla sua figura, e nello specifico alla bontà del suo governo, vi sarà modo di sottolineare il modo di stare nel mondo con lo stile del servizio, richiamando il motto del coordinamento pastorale in cui l’Ufficio è coinvolto”.
A Castelleone le celebrazioni in onore di san Bernardino Realino nel 4° centenario della morte (avvenuta nel 1616) hanno avuto il proprio culmine sabato 17 dicembre alla presenza di mons. Francesco Cavina, vescovo di Carpi (città natale di san Bernardino). La conclusione sarà appunto l’8 gennaio alla presenza del vescovo Antonio Napolioni.

L’appuntamento sarà a partire dalle 9.15 presso il salone dell’ex Cinema “Leone” di Castelleone, in via Garibaldi 27, dove il Vescovo terrà una riflessione sul tema “Nel mondo con lo stile del servizio alla luce della testimonianza di san Bernardino Realino”. La mattinata si concluderà quindi con la Messa presieduta dal vescovo Napolioni, alle 11.30, nella chiesa parrocchiale di Castelleone.

© Riproduzione riservata
Commenti