Cronaca
Commenta

Alimentazione e screening per prevenzione oncologica Convegno conclusivo

Alimentazione corretta, campagna contro il fumo, uno stile di vita sano e l’importanza dello screening: si è parlato di tutto questo sabato mattina nel convegno conclusivo della settimana della prevenzione oncologica, “restiamo sani”. L’evento, organizzato da Medea e dall ASST di Cremona, si è focalizzato  su numeri e soluzioni di prevenzione delle patologie oncologiche: tanti gli ospiti prestigiosi giunti a Cremona tra cui il professor Giorgio Calabrese, volto noto della televisione e docente di dietetica e nutrizione umana. “Il rapporto tra dieta, nutrizione e cancro” ha detto Calabrese “è la chiave per rimanere sani. A Cremona avete una struttura di oncologia che funziona non solo nel curare ma nel prevenire”. A inizio convegno (in una sala borsa della Camera di Commercio piena di giovani) il dottor Rodolfo Passalacqua, direttore dell’unità operativa di Oncologia di Cremona, ha espresso soddisfazione per le presenze alla settimana di prevenzione oncologica, “oltre 100 le persone giunte per i colloqui personali e informativi e 500 quelle che hanno assistito agli eventi in aula magna all ‘ospedale. Ma la prevenzione è così importante e riguarda tutti che sono numeri che devono sempre migliorare. Anno dopo anno”. In piazza Roma sabato mattina, inoltre, seconda tappa nazionale per il Motorhome, pullman del festival della prevenzione e innovazione in oncologia dove i cremonesi hanno potuto rivolgere domande in tema di prevenzione.

oncologia 2

oncologia1

FBand

© Riproduzione riservata
Commenti