Cronaca
Commenta

Rinnovata convenzione per bocciodromo Alla Fib per altri tre anni

Rinnovata fino a marzo 2020 la convenzione per la gestione del Bocciodromo comunale, uno degli impianti pubblici di piazzale Azzurri d’Italia, su cui in passato c’è stato qualche problema, anche se nulla di paragonabile a quelli per gli impianti natatori. La nuova convenzione, che scadrà alla fine di gennaio 2020, prosegue quella già in essere con la Fib, federazione italiana bocce, affiliata Coni, e vale per il Comune un importo simbolico, 120 euro di canone all’anno. Spettano inoltre all’ente locale quasi tutte le spese per i consumi energetici (80%) oltre alla manutenzione straordinaria mentre quella ordinaria tocca al gestore. Incluso negli accordi anche l’uso del bar, che può essere affidato ad altro gestore, col consenso dell’ente proprietario. Tra le regole fissate nell’atto di concessione, anche il divieto di installare slot machine. Lo scorso anno, a maggio, quando ancora non era divampata la polemica sugli impianti natatori, l’assessore allo sport Mauro Platé aveva parlato di contatti in corso con la Fib per un progetto di abbellimento e cura sia del bocciodromo che della pista di pattinaggio. L’intenzione era quella di ricavare degli spogliatoi ad uso della pista di pattinaggio al fine di renderne più appetibile l’utilizzo.

g.b.

© Riproduzione riservata
Commenti