Commenta

Numeri in crescita per Rete
Bibliotecaria Cremonese
Accordo Comune e Statale

La Rete Bibliotecaria cremonese, la rete delle biblioteche comunali distribuite sul territorio provinciale della quale il Comune di Cremona ha assunto l’impegnativo ruolo di capofila lo scorso anno, cresce in numeri e in azioni.

Aumentano gli utenti (50.669 nel 2015) e i prestiti locali e interbibliotecari di libri e multimediali (369.990 nel 2015). Aumentano le azioni che concorrono a rinforzare ed implementare la rete, anche quella urbana, sempre in sinergia con altri comuni e altri territori. Tra queste, l’integrazione nella Rete del Centro Fumetto A. Pazienza e l’avvio della catalogazione della Piccola Biblioteca, l’adesione alla Rete degli istituti scolastici Manin e Anguissola, l’accordo con la Biblioteca del Seminario Vescovile, l’acquisizione in corso del patrimonio del Centro di documentazione ambientale della Provincia, l’integrazione nella Rete della biblioteca del carcere.

Molte le iniziative riguardanti la promozione della cultura della lettura e del libro e della stessa Rete: da segnalare, la presenza della Rete all’interno di Minuscolo corsivo, il nuovo evento collaterale alla Fiera del Libro, e al Salone dello Studente, il rapporto avviato con i comitati di quartiere, la diffusione dell’accessibilità della lettura con il Convegno sugli in-book – Libri in simboli per il diritto di tutti alla lettura, in programma per il prossimo 18 marzo.

In questo ambito, si colloca, lo schema di convenzione tra il Comune di Cremona e il Ministero per i Beni e le Attività Culturali per il funzionamento della Biblioteca Statale di Cremona che gestisce il patrimonio della Libreria civica, già approvato dalla Giunta e presentato dal Sindaco e Assessore alla Cultura Gianluca Galimberti nella competente Commissione consiliare presieduta dal consigliere Luca Burgazzi.

Un atto di collaborazione tra le due istituzioni che contiene alcune importanti novità. L’intento condiviso è quello di porre le basi per forme di integrazione più stretta fra Biblioteca Statale e Rete Bibliotecaria Cremonese. In particolare, obiettivi espliciti del nuovo accordo sono la sperimentazione di inedite forme di coordinamento o addirittura integrazione dei servizi forniti separatamente da Biblioteca Statale da una parte e RBC dall’altra: a partire dagli acquisti, fino al prestito interbibliotecario e ai cataloghi online messi a disposizione degli utenti.

L’accordo rappresenta, inoltre, un ulteriore passo importante per la costruzione di una rete urbana di coordinamento delle biblioteche presenti sul territorio comunale, fra le quali la Biblioteca Statale emerge come una delle strutture più prestigiose, significative e importanti. Si tratta di un accordo che incarna il tentativo ambizioso e di lungo periodo di arrivare a mettere a disposizione di tutti i cittadini del territorio provinciale (e non solo di Cremona) strumenti più potenti, facili e integrati per l’utilizzo del patrimonio gestito sia dalla Biblioteca Statale sia da RBC.

Infine, è allo studio la possibilità di far confluire il catalogo di RBC nell’archivio dati del Servizio Bibliotecario Nazionale (SBN), del quale la Biblioteca Statale fa già parte: l’obiettivo sarebbe la creazione di un unico polo SBN che ricomprenda RBC e Biblioteca Statale, e quindi la creazione di un solo catalogo che permetterebbe agli utenti di cercare e richiedere documenti indifferentemente a RBC o alla Statale in modo semplice e immediato Lo schema di Convenzione, che passerà al Consiglio comunale per l’approvazione definitiva, prevede di mantenere a carico del Comune di Cremona un contributo annuo di 57.500 euro.

I NUMERI DELLA RETE BIBLIOTECARIA CREMONESE
(Ultimi dati disponibili dal censimento annuale di ABiL – Anagrafe Biblioteche Lombarde di Regione Lombardia – riferiti all’anno 2015)
• 978.906 libri posseduti
• 50.634 multimediali posseduti
•99 comuni del territorio associati
• 50.669 utenti (almeno un prestito l’anno)
• 369.990 prestiti locali e interbibliotecari (libri e multimediali)
• 16.530 acquisti totali
• 5.136 utenti della Media Library On Line nel 2016
• 40.667 prestiti e-book nel 2016

Alcune nuove azioni realizzate dalle Rete:
– Promozione dell’accessibilità della lettura con l’organizzazione di un convegno sugli Inbook – Libri in simboli per il diritto di tutti alla lettura (18 marzo 2017)
– Integrazione nella Rete del Centro Fumetto A. Pazienza e avvio della catalogazione della Piccola Biblioteca
– Adesione alla Rete degli istituti Manin e Anguissola (apertura delle biblioteche entro Pasqua 2017)
– Accordo con Biblioteca del Seminario Vescovile
– In fase di acquisizione da parte del Comune di Cremona il patrimonio del Centro di documentazione ambientale della Provincia
– Avvio del percorso di collaborazione con Mantova e Bergamo
– Presenza della Rete in Minuscolo Corsivo, il nuovo evento collaterale della Fiera del Libro
– Diffusione della Rete con i comitati di quartiere
– Integrazione della biblioteca del carcere nella Rete

 

© Riproduzione riservata
Commenti