Cronaca
Commenta

Dal 23 febbraio al via “Talenti Diffusi Social Series”

Proseguono le azioni del progetto Talenti Diffusi, iniziativa realizzata nell’ambito del Piano Territoriale per le Politiche Giovanili che vede il Comune di Cremona come ente capofila di un’ampia rete di partner impegnata nell’attivazione di iniziative rivolte ai giovani. Nell’ambito dell’azione #ideeserie inizia la diffusione di Talenti Diffusi Social Series, un racconto in pillole del progetto Talenti Diffusi realizzato per essere fruito attraverso il web, oppure sui display dei dispositivi mobili. La puntata “zero” sarà visibile giovedì 23 febbraio, le puntate successive saranno poi trasmesse ogni martedì. La web series sarà pubblicata sulla pagina facebook “LIVE TTT” creata da Raffaele Rivaroli nell’ambito del bando THINK TOWN – #intraprendo e sarà diffusa attraverso il sito web e i social del Servizio Informagiovani del Comune di Cremona oltre che attraverso gli strumenti di comunicazione gestiti dai partner e delle associazioni giovanili che sostengono il progetto. La serie racconta, attraverso un linguaggio informale e le interviste ai protagonisti, l’esperienza vissuta grazie a Talenti Diffusi, con una particolare attenzione ai giovani intraprendenti coinvolti nel progetto. La web series è stata realizzata da un team di giovani selezionati attraverso il bando Think Town – #intraprendo – Chiamata di idee per giovani intraprendenti, promosso dalla Camera di Commercio di Cremona in collaborazione con Servimpresa – Azienda Speciale della Camera di Commercio di Cremona, REI – Reindustria Innovazione, GAL Oglio Po terre d’acqua Soc.Cons.a.r.l., ATS della Val Padana, ASST di Cremona e Linea Com srl. Il team composto da Susanna Fiorentini e Raffaele Rivaroli, con il supporto tecnico di Mauro Gaimarri, ha beneficiato di un budget dedicato agli interventi di comunicazione delle azioni di progetto garantito da ATS della Val Padana. “Attraverso il progetto Talenti Diffusi e in particolare i bandi Think Town – commenta la Vice Sindaco con delega al Piano Locale Giovani Maura Ruggeri – abbiamo voluto dare voce direttamente ai giovani. Lo staff che ha seguito i ragazzi nella realizzazione della web series ha fornito loro i contenuti del progetto e li ha messi in contatto con i partner coinvolti, lasciandoli liberi di raccontare Talenti Diffusi dal loro punto di vista, utilizzando il loro linguaggio ed i loro canali di comunicazione. La scelta della web series e dello storytelling ci suggeriscono nuove strategie di comunicazione da sperimentare per riuscire a coinvolgere maggiormente il target giovanile”.

© Riproduzione riservata
Commenti