Ultim'ora
Commenta

Avis, chiude l'era Giovetti:
al via le elezioni del nuovo
consiglio direttivo

Si è svolta stamattina l’Assemblea annuale di Avis Cremona, l’ultima del presidente uscente Ferruccio Giovetti, che ha concluso il suo secondo mandato, per otto anni consecutivi ai vertici dell’associazione. E’ stata quindi l’occasione per fare il punto degli ultimi otto anni di presidenza (Giovetti non potrà più ricoprire quel ruolo, in quanto non è possibile superare i due mandati): “L’Avis comunale di Cremona si è confermata tra le migliori delle città capoluogo di provincia di tutta Italia” evidenzia il presidente uscente. “Infatti l’incidenza dei nostri donatori è circa l’8%, contro il 2% a livello nazionale. In sostanza a Cremona su 71mila abitanti ci sono 6mila donatori. Mentre su 60 milioni di italiani ci sono 1,3 milioni di iscritti Avis. Insomma, la nostra è un isola felice, dove c’è una grandissima propensione alla solidarietà e all’altruismo”.

Non è tutto: “Le donazioni continuano a essere in aumento” spiega ancora Giovetti. “Abbiamo superato indenni le nuove norme per l’accreditamento che sono uscite sia a livello italiano che è europeo. Non siamo più solo un’associazione di volontariato, ma una struttura importante del sistema sanitario”. Del resto ottimi sono i numeri dell’associazione: basti pensare che nel 2016 sono state raccolte circa 100 sacche di sangue più che nel 2015.

Al termine dell’assemblea è stato aperto il seggio e sono già arrivati i primi votanti per il nuovo consiglio direttivo: sono 22 i candidati, di cui gli eletti saranno 15 (contro i 17 del passato). Saranno poi quest’ultimi che dovranno nominare presidente, vice presidente, tesoriere e segretario. Il seggio resterà aperto fino a sabato: da lunedì a giovedì ore 17-19, venerdì ore 7-10, sabato dalle 10 alle 12.

LaBos

 

© Riproduzione riservata
Commenti