Commenta

Canile, ricorso Tar: a giorni
la sentenza. Comune: 'L'ass.
Zoofili non ha requisiti'

E’ tornato davanti ai giudici del Tar di Brescia il caso del ricorso presentato dall’associazione Zoofili cremonesi contro l’affidamento temporaneo degli animali del canile di Cremona all’associazione Anpana di Calvatone. Da parte sua, il Comune di Cremona, rappresentato dall’avvocato Enrico Cistriani, sostiene che la scelta di rivolgersi ad Anpana per la gestione temporanea dei cani si è resa necessaria in quanto il canile di Cremona non è a norma e che l’associazione di Calvatore è l’unica ad avere le carte in regola per occuparsi dei cani. Nella sua memoria, l’avvocato del Comune sottolinea “la non sussistenza, in capo all’associazione Zoofili cremonesi, dei requisiti strutturali e gestionali che la legge richiede per i canili rifugio”. Uno “stato di fatto” che per il Comune “rappresenta la sola ragione che ha determinato il Comune di Cremona a procedere all’affidamento diretto ad Anpana quale unico soggetto ritenuto idoneo”.  L’associazione Zoofili, invece, come ha ribadito il legale di Bergamo Paola Brambilla, sostiene al contrario di essere stata trascurata e di non essere stata tenuta in considerazione. Dopo le conclusioni delle parti, i giudici del Tar si sono riservati la decisione.

© Riproduzione riservata
Correlati
Commenti