Cronaca
Commenta1

Paco Magri, chef Dordoni in scena a 'Identità Golose' con colazione gluten free

Muffin alla carote e mandorle, biscotto al cocco, friabile al cioccolato, frollino al cacao, crostatine alla marmellata di prugne, plumcake allo yogurt, panini di grano saraceno con prosciutto cotto e scaglie di grana padano. Sono questi i prodotti che Paco Magri, del Ristorante Dordoni di Cremona, ha proposto questa mattina per la sua colazione Gluten Free allo stand di East Lombardy allestito nell’ambito del congresso di cucina e pasticceria d’autore a livello internazionale promosso da Identità Golose in corso a Milano.
Dopo Stefano Fagioli, della Trattoria Via Vai di Ripalta Cremasca, che sabato si era esibito in una sua speciale creazione nel momento dedicato alla cucina caratterizzata da prodotti East Lombardy, questa mattina, l’onore di rappresentare il nostro territorio, insieme a quelli di Bergamo, Brescia e Mantova al prestigioso appuntamento milanese, è toccato a Paco Magri, protagonista nel momento riservato alla colazione. E domani lo chef cremonese replicherà sempre nello stesso contesto.
Con Paco Magri si è congratulata l’Assessore con delega al Turismo Barbara Manfredini, in rappresentanza del Comune di Cremona all’appuntamento milanese insieme allo staff dell’Amministrazione che da un anno sta lavorando a questo progetto. Un’occasione per approfondire le molteplici realtà e i variegati aspetti del turismo legato al cibo di cui l’Assessore ha avuto modo di parlare con Paolo Marchi, ideatore e curatore di Identità Golose.
Prosegue così l’avvicinamento al momento clou, in programma domani, dalle 14, quando prenderà il via il primo evento di lancio che prevede, oltre alla presentazione istituzionale, quattro cooking show ai quali sarà possibile assistere degustando le proposte degli chef invitati a rappresentare la cultura gastronomica di East Lombardy, che comprende i territori di Bergamo, Brescia, Cremona e Mantova, ai quali è stato attribuito il titolo di di Regione Europea della Gastronomia 2017. Le quattro province sono infatti protagoniste quest’anno di un programma di promozione che accenderà i riflettori su un territorio in grado di riservare piacevoli sorprese per varietà e complessità, grazie anche al coinvolgimento di una folta rete di operatori – produttori, artigiani, albergatori, ristoratori e chef – che si è costituita all’insegna della qualità, in tutte le sue espressioni.

© Riproduzione riservata
Commenti