Cronaca
Commenta

Donazione organi: 235 cremonesi hanno espresso la volontà all'anagrafe

C’è anche Cremona tra i 1600 comuni italiani che hanno attivato la procedura per cui, insieme al rinnovo della carta d’identità, è possibile inserire la volontà di donare gli organi. 235 i cremonesi che l’hanno già fatto, parte degli oltre 2 milioni a livello nazionale, consentendo così l’inserimento del loro nominativo nel Sistema Informativo Trapianti. Proprio i Comuni e in particolare gli uffici anagrafe, stanno avendo un ruolo fondamentale nell’incentivare gli italiani ad esprimersi sulla donazione e a rilasciare il proprio volere: nell’88% dei casi si è trattato di un “sì”.

rosita-viola-evid
L’assessore Rosita Viola

“E’ un progetto a cui tengo molto – afferma Rosita Viola, assessore ai Servizi demografici – Un modo bello per dare una speranza a chi è in lista per un trapianto. Circa 600 persone all’anno muoiono mentre lo stanno aspettando. La possibilità di essere inserito nel sistema nazionale è una esperienza molto interessante che il Comune sostiene; speriamo che i 235 cremonesi che hanno aderito siano solo l’inizio”.

Dei due milioni di manifestazioni di volontà custodite a livello nazionale nel Sistema Informativo Trapianti, ben il 26% è stato trasmesso dagli uffici anagrafe dei Comuni mentre la maggior parte (66%) proviene dagli atti olografi rilasciati all’Aido, la principale associazione di settore che da decenni lavora al fianco delle istituzioni per sensibilizzare i cittadini sui temi della donazione e del trapianto. L’8% delle espressioni di volontà è stato rilasciato presso le ASL.
La mappa dei Comuni che hanno avviato questo servizio è ancora a macchia di leopardo. Nel 21% delle amministrazioni comunali di tutta Italia è possibile fare questa scelta importante quando si rinnova il documento di identità. L’auspicio del Centro Nazionale Trapianti è di arrivare presto ad una copertura nazionale, anche grazie all’introduzione della Carta d’Identità Elettronica, che Cremona ha adottato da tempo.
La Provincia Autonoma di Bolzano, l’Umbria, la Toscana e l’Emilia Romagna sono le Regioni che presentano il numero più elevato di Comuni che hanno attivato questa procedura. Tra i Comuni con oltre 50.000 abitanti e che hanno raccolto almeno 5.000 dichiarazioni di volontà, Terni, Cesena e Genova sono le città con il maggior numero di consensi alla donazione (rispettivamente: 98.8%, 98.5% e 96.9%).

comuni donazioni aido - dentro
Fonte: Aido

© Riproduzione riservata
Commenti