Un commento

Saccheggio all'autogrill di
Ghedi. Il Tar annulla i Daspo
a sei ultras della Cremonese

Il Tar ha annullato sei Daspo (divieto di accedere alle manifestazioni sportive) inflitti ad altrettanti tifosi della Cremonese che avevano fatto ricorso contro il provvedimento emesso dal questore di Brescia. I fatti si riferiscono al 13 agosto 2016 all’interno dell’autogrill “Ghedi Ovest” sull’A21 Brescia – Torino al ritorno dei tifosi dalla partita amichevole Atalanta – Cremonese. Il gruppo di ultras, non appena sceso dal pullman, era entrato nell’autogrill, saccheggiandolo e scatenando il panico tra i presenti. I tifosi erano stati identificati dalla Digos di Cremona grazie alle immagini del sistema di videosorveglianza. Per quell’episodio erano stati denunciati undici ultras della Cremonese per il reato di furto aggravato in concorso. Tra loro anche un minorenne. Inoltre nei confronti degli stessi erano stati emessi i provvedimenti di Daspo, sia in ambito nazionale che estero. Sei dei tifosi si sono rivolti al tribunale amministrativo, ed hanno vinto. Secondo il giudice, quella notte all’interno dell’autogrill non ci furono altro che piccoli furti e confusione, ma non ci fu pericolo per la sicurezza pubblica. E neppure minacce o intimidazioni ai danni dell’unica dipendete presente in quel momento. Una condotta non certo encomiabile ma per il Tar non punibile con una diffida.

© Riproduzione riservata
Correlati
Commenti
  • Martello

    Giustizia fatta.