Commenta

Massarotti rilancio ancora
lontano: poche auto
e tanto degrado

massarotti-ev

Fotoservizio Francesco Sessa

Tanti murales e poche auto parcheggiate: la situazione del parcheggio Massarotti versa in condizioni di degrado abbastanza pesante, ormai da tempo. Pochi i cittadini che ricorrono alla struttura per posteggiare l’auto; a parte i circa cento abbonamenti fissi utilizzati dai residenti che hanno necessità di un secondo posto auto o che non hanno il garage, il resto della struttura viene utilizzato scarsamente dai cremonesi o da chi arriva in città da fuori, nonostante una tariffa più che mai agevolata pari a 4,50 euro al giorno.

Tanto che in questi anni il parcheggio è stato utilizzato per i più disparati motivi: una parte viene utilizzata come deposito per gli archivi del vicino tribunale (contratto che sarà in essere fino al 2019), un’altra parte per tenere al sicuro dall’umidità i reperti rinvenuti in piazza Marconi. Insomma, un modo per riempire un contenitore che per la maggior parte del tempo resta vuoto.

Da tempo l’amministrazione comunale ha inserito tra le priorità il piano di rilancio della struttura, che appartiene ad Aem, ma non si tratta di un’impresa facile. L’azienda partecipata sta cercando di lavorare a un piano complessivo di interventi sui parcheggi in cui rientra anche il Massarotti, ma per il momento la situazione è ancora in stallo.

lb

© Riproduzione riservata
Commenti