Cronaca
Commenta

Per East Lombardy Touring promuove itinerari enogastronomici inediti

Anche il Touring Club sarà protagonista del percorso della Regione Europea della Gastronomia 2017, nella valorizzazione del territorio sotto il profilo culturale ed enogastronomico. Le quttro province coinvolte, Bergamo, Brescia, Cremona e Mantova, saranno quindi protagoniste di una serie di itinerari inediti, concepiti per  invitare il publico alla scoperta dei gioielli della East Lombardy. Sono 15, tra marzo e settembre, le tappe alla scoperta dl territorio, tra spazi segreti, sotterranei storici, chiese e borghi, ma anche prodotti agroalimentarim tra cui la scorzonera di Soncino, gli scarpinocc, il salame mantovano, il Grana Padano e Reggiano, la trippa di san Vassiano, i sasulin de l’oc cun le cudeghe, i tortelli cremaschi, i tortelli di zucca, i campunsei, il Formai de mut, il Branzi, il Tirot, il Tortello amaro mantovano, gli Gnoc de la Cua e tanti altri piatti tipici.

“Una collaborazione consolidata da tempo, quella col Touring Club, che porta avanti un lavoro di promozione e valorizzazione del patrimonio culturale” evidenzia l’assessore al Turismo del Comune, Barbara Manfredini. “I nostri territori portano con sé storia, cultura e tradizioni, che vengono valorizzati anche grazie all’enogastronomia”.

“L’attivarsi di questa importante collaborazione con il Touring Club italiano – ha commentato Roberta Garibaldi, Direttore scientifico di East Lombardy – è motivo di orgoglio. Due organizzazioni che mettono a sistema i propri intenti, con l’obiettivo di valorizzare il territorio non possono che generare una positiva sinergia. Presentiamo a cittadini e visitatori iniziative tematizzate, inconsuete, emozionali, attive, per (ri)scoprire, in chiave nuova, luoghi del nostro patrimonio di eccezionale valore. Proseguiamo dunque nella nostra opera di costruzione della rete in Lombardia Orientale, volta a rendere l’offerta eno-gastronomica sempre più integrata nel palinsesto turistico e soprattutto in grado di rispondere alle attese del turista alla ricerca di esperienze nel rispetto dei principi di sostenibilità”.

Molti gli appuntamenti sul territorio: dopo la visita al Castello di Soncino del 18 marzo, il 23 aprile toccherà a Gromo (BG), piccolo borgo medioevale dove la specialità astronomica sono gli scarpinocc, con visita al centro stocico, al museo e alle ville liberty. Il 30 aprile toccherà invece a Suzzara (MN), con visita alla Galleria del Premio Suzzara.

Il 4 maggio tappa a Pizzighettone con visita alle fortificazioni e alle chiese di Gera d’Adda, con un momento dedicato all’illustrazione dei piatti tipici del territorio: la trippa di San Bassiano e i fagiolini dall’occhio con le cotenne. Restando sul territorio, il 17 maggio a Crema appuntamento con la pasta ripiena e una conviviale dedicata ai tortelli cremaschi. Ancora nel Cremonese, il 24 settembre, con ‘La giornata in cascina’: dopo la visita a Castelponzone (museo dei cordai e chiesa parrocchiale) si raggiunge Cicognolo, da cui parte il sentiero dei castelli chiamato così perchè strada su cui si affacciano una serie di ville ottocentesche costruite a imitazione dei manieri medioevali (visita alla parrocchiale, alla cascina Gobbi e al giardino di Villa Pallavicino).
Pausa gastronomica presso l?Osteria de L?Umbreléer i cui titolari, i fratelli Luccini, eccellenti ed esclusivi produttori di mostarda, arricchiranno l?incontro illustrandoci i loro prodotti e le tecniche di produzione.

IL PROGRAMMA COMPLETO

© Riproduzione riservata
Commenti