Cronaca
Commenta

Patto per la Lombardia, Malvezzi: 'Le priorità sono Paullese e Ponte sul Po'

“Dobbiamo investire ancora di più sui collegamenti del nostro territorio con la Città metropolitana e con l’Emilia Romagna”. Lo dichiara il consigliere regionale Carlo Malvezzi, che oggi ha inviato una lettera in cui propone l’inizio di un lavoro comune per ultimare e migliorare due delle infrastrutture fondamentali per i collegamenti da e per il territorio della provincia di Cremona. “È indispensabile per lo sviluppo economico, culturale e sociale di tutto il sud della Lombardia. Per questo ho scritto ai presidenti delle Province di Cremona e Lodi, ai sindaci delle due città, all’assessore regionale alle Infrastrutture Alessandro Sorte e a tutti i primi cittadini della nostra provincia perché, insieme, si definiscano al più presto le opere emblematiche su cui concentrare impegno politico e risorse economiche. Nella lettera ho avanzato due proposte: il completamento della riqualificazione della Paullese nel tratto lodigiano e il consolidamento del Ponte sul Po in località di San Daniele”.

“Nel documento ‘Patto per la Lombardia’ – ha spiegato Malvezzi –, siglato a dicembre dal presidente Roberto Maroni e dall’allora premier Matteo Renzi sono indicati due Fondi, l’uno destinato alla “Messa in sicurezza degli itinerari regionali prioritari, ex Strade Statali, regionali, provinciali, ponti sul Po” (47,6 milioni di euro) e l’altro per “Ulteriori interventi in campo infrastrutturale e ambientale” (80 milioni di euro). Dai due fondi arriveranno a Provincia e Comune di Cremona complessivi 5,8 milioni di euro; a Provincia e Comune di Lodi 3,6. Risorse da investire trovando condivisione con i propri territori e alleanze con quelli circostanti”.

È qui che si inserisce la proposta di Malvezzi: “Il nostro territorio – ha detto il Consigliere regionale – individui due interventi emblematici che ritengo debbano essere Paullese e ponte sul Po nel comune di San Daniele. Della ex strada statale 415 va ultimata la riqualificazione del tratto lodigiano, il cui importo è stato stimato in 15 milioni di euro, ai quali aggiungerne 1,5 per integrare il finanziamento del nuovo ponte di Spino d’Adda, su cui Regione ha già investito 16,5 milioni di euro. Il secondo riguarda il ponte sul Po che collega Lombardia ed Emilia presso il comune di San Daniele, sul quale sono in corso lavori di sistemazione per 1,8 milioni di euro stanziati dalla sola Regione Lombardia. Purtroppo, persistono seri problemi strutturali alle travi che richiedono importanti e indifferibili interventi di manutenzione. Qui è urgentissimo che sia convocato un tavolo di lavoro tecnico-politico coordinato da Regione Lombardia che coinvolga l’Emilia Romagna e le provincie di Cremona e Parma per definire i reciproci impegni economici”.

Malvezzi ha fatto sapere di aver chiesto all’assessore regionale Sorte l’istituzione di un tavolo apposito e al Presidente della Provincia di Cremona la convocazione di un Consiglio provinciale dedicato alla tematica e allargato ai Sindaci dei Comuni di Cremona, Crema e Casalmaggiore e ai rappresentanti regionali del territorio cremonese.

© Riproduzione riservata
Commenti