Commenta

Settimana Santa, stasera
la processione della Sacra
Spina in Cattedrale

Continuano gli appuntamenti della Settimana Santa a Cremona, presieduti dal vescovo Antonio Napolioni. La giornata di venerdì 14 aprile è iniziata alle 8.45 in Cattedrale con la Liturgia delle Ore presieduta dal vescovo insieme al Capitolo della Cattedrale.

Si prosegue quindi alle 18, quando il presule guiderà quindi l’Azione liturgica della Passione e Morte del Signore, caratterizzata dalla lettura dialogata della passione secondo l’evangelista Giovanni e dall’adorazione della Croce. La celebrazione sarà trasmessa in streaming sul nostro portale e in diretta radiofonica su RCN-InBlu.

L’appuntamento clou in serata, dalle 21 con la tradizionale processione cittadina con la reliquia della Sacra Spina, alla presenza delle autorità civili e naturalmente sempre presieduta dal vescovo. Il corteo dei fedeli si snoderà da piazza del Comune in largo Boccaccino, via Mercatello, corso Mazzini, piazza Roma (lato sud), corso Cavour, via Verdi, piazza Stradivari, via Baldesio e di nuovo piazza del Comune. La conclusione della processione come sempre di nuovo in Cattedrale, dove il vescovo terrà l’omelia e impartirà la benedizione con la preziosa reliquia. Le offerte raccolte durante l’intera giornata saranno devolute ai bisogni della Chiesa in Terra Santa.

Un Duomo gremito, intanto, ha assistito giovedì pomeriggio alla messa “in Coena Domini”, della cena del Signore, in Cattedrale. L’attenzione è stata rivolta anche ai 22 catecumeni che nella veglia di Pasqua riceveranno i sacramenti dell’Iniziazione cristiana: proprio ad alcuni di loro il Vescovo ha lavato i piedi, ripetendo il gesto compiuto da Gesù nell’Ultima cena.

Mettendo in guardia dal rischio di abituarsi ai gesti della fede, mons. Napolioni ha voluto augurare ai catecumeni che “l’Eucaristaia e l’amore di Cristo si compia tutti i giorni della vostra vita, nonostante i limiti umani”. perché il Signore “vi prende per i piedi e vi tiene in braccio come bambini”. Infine un ultimo augurio: “L’Eucaristia stasera ci faccia Chiesa felice del suo Signore!”. Subito dopo l’omelia si è svolta la lavanda dei piedi.

La Messa è stata animata con il canto dal Coro della Cattedrale, accompagnato all’organo dal maestro Fausto Caporali. Il servizio liturgico è stato garantito dai seminaristi, coordinati dal cerimoniere vescovile don Flavio Meani. Cuore della celebrazione è stata la liturgia eucaristica. Insieme a mons. Napolioni hanno concelebrato i canonici del Capitolo della Cattedrale e alcuni altri sacerdoti della città, tra i quali don Antonio Facchinetti, incaricato diocesano per il Catecumenato. All’altare anche il diacono don Nicola Premoli, prossimo al presbiterato.

Dopo le comunioni un altro gesto caratteristico di questa celebrazione (che al canto del Gloria ha visto risuonare campane e strumenti musicali che rimarranno muti sino alla Veglia di Pasqua): al termine della Messa tutti si sono messi in processione verso la Cappella del Santissimo per la reposizione dell’Eucaristia. Dopo un momento di adorazione l’assemblea si è quindi sciolta nel silenzio.

© Riproduzione riservata
Commenti