Commenta

Grande festa di primavera
per i Sikh: migliaia al corteo
per le vie cittadine

Fotogallery Francesco Sessa

Un lunghissimo e coloratissimo corteo che si è snodato per le vie della città, rallegrando e movimentando un pomeriggio tiepido e soleggiato: il Veisakhi, la festa di primavera dei Sikh, ormai una tradizione per la nostra città, ha preso il via intorno alle 14 dal parcheggio del Cral di via Postumia, con uno spostamento rispetto al percorso tradizionale  – che partiva dal Foro Boario – per la concomitanza con la partita casalinga della Cremo.

Migliaia di persone in vesti colorate hanno seguito il carro adornato di fiori su cui sedevano gli anziani di questa religione fondata 547 anni fa da Guru Nanak Dev Ji, in un percorso che si è snodato per quattro chilometri, lungo via Buoso da Dovara, Gaspare Pedone, Santa Maria in Betlem, Cadore, via del Sale, per chiudersi poi nel piazzale azzurri d’Italia. A precedere il carro, i battezzati, uomini con lunghe barbe armati di scimitarre, mentre a seguito il folto gruppo di uomini e donne scalzi,  che puliscono la strada a colpi di ramazze.

I fedeli, lungo il percorso, come da tradizione hanno offerto cibo e bevande ai passanti, sikh ma anche cittadini cremonesi che hanno voluto assistere allo spettacolo. Durante la celebrazione è anche stato distribuito un libro in lingua italiana per far conoscere le tradizioni dei sikh: è un’attività promossa in particolare dai più giovani, che coniugano così le usanze della terra di origine -il Punjab indiano- con il territorio in cui si sono trasferiti a vivere.

Gli uomini della Questura e dei carabinieri, oltre alla Polizia Locale intenta a moderare il traffico, hanno presidiato tutta la manifestazione.

lb

© Riproduzione riservata
Correlati
Commenti