27 Commenti

Prima accoglienza immigrati:
Prefettura prevede 1500 arrivi,
spesa presunta 14 milioni

Migranti a Cremona impiegati in lavori per l'amministrazione comunale

Spesa presunta di 14,4 milioni di euro per sostenere la prima accoglienza ai cittadini stranieri richiedenti asilo e protezione internazionale, in provincia di Cremona nel corso del 2017. E’ la stima quantificata dalla Prefettura di Cremona nel bando (con offerta economicamente più vantaggiosa) da poco concluso per la ricerca di soggetti in grado di gestire l’accoglienza, provvedere cioè all’alloggio, al mantenimento e alle pratiche burocratiche necessarie per il periodo di tempo necessario. Sempre a livello di previsione, sono 1500 gli arrivi messi in preventivo per il 2017 nel nostro territorio. Venti i soggetti che hanno partecipato al bando, tutti ammessi alla graduatoria finale stilata in ordine decrescente in base all’offerta economicamente più vantaggiosa. Il primo posto se lo è aggiudicato la cooperativa Sentiero, che ha dato disponibilità di 135 posti con la possibilità di aggiungerne altri 15, con la quale la Prefettura ha stipulato la prima convenzione; altre ne seguiranno, via via che si verificheranno gli arrivi. Seguono in graduatoria: Minerva srl, Forty-five ensemble srls; Servizi per l’Accoglienza coop. sociale; Tecnoproject società cooperativa sociale; Impresa Sociale – Consorzio fra coop. sociali;  società cooperativa Nazareth; Koala, società cooperativa onlus; La casa di Ale onlus; fondazione casa Famiglia S.Omobono onlus; cooperativa sociale Hope; Il Seme, soc. coop. onlus; cooperativa sociale Emergency transport onlus; Dharma onlus, coop. sociale; associazione Fiore; coop. sociale Rinnovamento onlus; ditta Bentabib Najat; associazione Alberto Marvelli; Capitani di Rivoltella di Paolo Ginelli; Associazione Freedom.

Requisito per partecipare al bando era la “comprovata esperienza in ambito Sprar o in progetti di accoglienza migranti; disponibilità di idonea équipe multidisciplinare avente al composizione e le caratteristiche  previste nel manuale operativo Sprar”. Le convenzioni avranno durata fino al 31 dicembre 2017, rinnovabili. I soggetti dovranno garantire, oltre all’alloggio, l’erogazione di tre pasti giornalieri, avendo cura di rispettare “tutti i vincoli costituiti da regole alimentari dettate dalle diverse scelte religiose”. Per quanto riguarda gli aspetti economici, ogni ospite ha diritto al ‘pocket money’ di 2,50 al giorno, fino ad un massimo di 7,50 per nucleo famigliare, da erogare sotto forma di buono spendibile presso strutture convenzionate oppure di carte prepagate; e ad una ricarica telefonica da 15 euro all’ingresso. Il costo massimo al giorno ammesso per ciascun ospite è di 35 euro al giorno: questa la cifra – parametro su cui ciascun concorrente al bando ha redatto la sua offerta economica.

Il Comune di Cremona ha inoltre rinnovato l’adesione al progetto Sprar per il triennio 2017 – 2019, sovvenzionato dallo Stato con un contributo di 4,2 milioni. La differenza principale è che gli arrivi inquadrati nello Sprar sono programmati e consentono ai gestori di servizio una operatività non basata sull’emergenza, come invece succede nei casi precedenti.

g.biagi

© Riproduzione riservata
Commenti
  • Sorcio Verde

    E IO PAGO!!!!

  • Lidans

    alèèèè..si mangia!!!!!

  • disqus_jQeGIpbFH9

    Sporco business!

  • Corvorosso

    Pubblicate anche le storie di questi disperati, costretti a scappare dalla terra natale per un futuro del tutto incerto. Dalla carta universale dei diritti dell’uomo, art.1 :« Tutti gli esseri umani nascono liberi ed eguali in dignità e diritti. Essi sono dotati di ragione e di coscienza e devono agire gli uni verso gli altri in spirito di fratellanza. » Beata ignoranza.

    • erisso

      Si legga il rapporto dell’Organizzazione Internazionale per le Immigrazioni, e ne saprà di più. Anche il mio futuro, come quello degli altri cittadini di questo paese, è incerto, a causa del malgoverno (vedi debito pubblico, sicurezza, corruzione ecc. ecc.) e del continuo sperpero di risorse per mantenere centinaia di migliaia di persone nullafacenti (e spesso quando fanno ‘qualcosa’ è illegale) che non “arrivano” qui, ma sono “mandate” da qualcuno (ONG finanziate da miliardari ecc.).

      • Corvorosso

        A pagina 32 del rapporto, infatti, si legge piuttosto che le operazioni delle ONG potrebbero avere “unintended consequences”. Le stesse “conseguenze involontarie” che potrebbero avere le attività dell’EUNAVFOR MED, la task force istituita dal Consiglio europeo per salvare i naufraghi capitanata dall’ammiraglio italiano Enrico Credendino».

        Dunque le fondamenta dell’inchiesta, la base su cui si poggia e si poggerà tutta la campagna diffamatoria nei confronti delle ong si rivela una bufala. Ma è ormai troppo tardi. La macchina è partita è fermartla è impossibile.

    • gianca3004

      Ignoranza è non sapere che in Africa ci sono 1 miliardo e rotti di persone e il numero è in continua crescita.Li ospitiamo tutti?

      • Corvorosso

        Ma guarda.. ha scoperto una cosa a tutti risaputa. Davvero illuminante.

        • erisso

          Facile il sarcasmo. Provare a rispondere alla domanda, un po’ più difficile.

          • Corvorosso

            Ci illumini lei, ha studiato insieme al trota in Albania?

    • disqus_jQeGIpbFH9

      non scappa nessuno! sono solo giovanotti in piena salute che sperano di trovare l’eldorado da queste parti!

      • Corvorosso

        Come lo sono stati questi..
        Emigrazione italiana per regione , 1901-1915

        Piemonte 831.088
        Lombardia 823.695
        Veneto 882.082
        Friuli V.G. 560.721
        Liguria 105.215
        Emilia 469.430
        Toscana 473.045
        Umbria 155.674
        Marche 320.107
        Lazio 189.225
        Abruzzo 486.518
        Molise 171.680
        Campania 955.188
        Puglia 332.615
        Basilicata 194.260
        Calabria 603.105
        Sicilia 1.126.513

        Totale espatri
        8.769.749

        • erisso

          Sì, ma quelli erano controllati all’ingresso, e una volta arrivati lavoravano.

          • Corvorosso

            Lei su quali libri studia? La gran parte non sapeva leggere e scrivere, facevano lavori usuranti e venivano trattati da cani. In diversi si diedero alla delinquenza. Abbia almeno rispetto per il dolore che tutti questi italiani hanno sofferto.

          • erisso

            Nove milioni di delinquenti. Abbia lei rispetto per quelle persone. C’è un aeroporto a New York che si chiama Fiorello La Guardia, tanto per fare un esempio.

          • Corvorosso

            Anche Lucky Luciano era di quelle parti..

          • erisso

            Ma guarda.. ha scoperto una cosa a tutti risaputa. Davvero illuminante. (cit.)

          • Corvorosso

            penoso.. da trota

          • Corvorosso

            ???

        • disqus_jQeGIpbFH9

          e dai con la storiella dei migranti italiani in america ! c’era lavoro a quei tempi , e l’america è grande , qui non cè piu trippa per nessuno , solo delinquenti possono diventare.

    • un fascio di luce

      sarò pure ignorante e apparirò razzista ma 14.400.000 milioni per 1.500 ospiti, fa esattamente 96.000€ x ospite. a questi parametri ne vorrei ospitare uno anch’io, magari una donna che lava stira e riordina… non per me, ma per non annoiarsi troppo.

      lei cosa ne dice? sarò forse una cattiva persona, bene. andrò all’inferno e lì troverò tutti i benpensanti e operatori onlus (ben pagati) che hanno incassato i 14.400.000€…. e forse qualche profugo …

      • Corvorosso

        Dico che credere a questi numeri è davvero incredibile. Farebbe meglio ad informare il giornale di verificare le fonti. Credo abbiano sbagliato l’ordine di grandezza, uno zero in più.

        • erisso

          Basta una calcolatrice: 14.400.000 in un anno, fa 35 euro al giorno per 1127 persone. Esattamente quelle che si pensa di distribuire sul territorio. Se cerca nel suo pc, una calcolatrice c’è di sicuro.

          • Corvorosso

            Lo dica al fascio “di luce” che afferma che pagheranno 95.000 euro/anno per persona.

          • erisso

            Ho risposto a lei, che sosteneva che i dati del giornale erano sbagliati.

          • Corvorosso

            perchè i fasci le piacciono, vero?

  • Marco

    Sono contento che le tasse che pago siano usate per la prima accoglienza.
    Piuttosto che nella TAV, nel TAP, nel MOSE, nella ti-bre, o nella CR-MN…
    Per me potremmo pagare anche il quadruplo.