Commenta

Oncologia Ospedale di Cremona:
nuovo punto per
Accoglienza e Accettazione

foto Sessa

All’Ospedale di Cremona è attivo un nuovo punto accoglienza dedicato ai pazienti oncologici. Lo scopo? Facilitare la prenotazione di tutte le prestazioni utili alla diagnosi e alla terapia, sulla base di un percorso di cura (integrato e multidisciplinare) definito dallo specialista. L’ordine cronologico delle prestazioni verrà stabilito dalle priorità sanitarie (urgenze) di ogni singolo caso.

“L’attivazione del punto Accoglienza e Accettazione per l’oncologia – al quarto piano dell’ospedale di Cremona – risponde alla strategia aziendale di attenzione alla persona e replica il modello dell’AREA DONNA” spiega Camillo Rossi (Direttore Generale dell’ASST di Cremona). Il paziente può prenotare subito – dopo la prima visita o la visita di controllo e in post-dimissione – tutte le prestazioni necessarie al suo percorso di cura, in un luogo dedicato e vicino al reparto e agli ambulatori. E’ un ulteriore passo verso la realizzazione del Cancer Center e – in prospettiva – verso implementazione del Centro Servizi che, sulla base del medesimo principio, consentirà di programmare ed erogare tutte le prestazioni e i servizi necessari alla presa in carico dei pazienti cronici”

“L’attivazione del punto Accoglienza e Accettazione dell’Oncologia, decentrato rispetto al CUP aziendale – aggiunge Alessandra Bruschi (Direttore Amministrativo ASST di Cremona) – è la prova concreta del lavoro che stiamo facendo e di come l’attività amministrativa non sia più da intendere quale mero adempimento burocratico, bensì come una parte fondamentale e integrante del percorso di cura del paziente in applicazione della anche della legge regionale 23”.

“Per i pazienti oncologici che si rivolgono all’Ospedale di Cremona cambia il modo con cui saranno accolti e il modo con cui sarà organizzato il loro percorso di cura – aggiunge Rodolfo Passalacqua (Direttore del Dipartimento Oncologico dell’ASST di Cremona). Il nuovo punto Accoglienza e Accettazione sarà lo snodo principale per tutti i nuovi pazienti oncologici che arrivano per la prima volta in Ospedale.

“I malati saranno indirizzati al reparto e presi in cura da un team multidisciplinare deputato a inquadrare e rispondere meglio ai loro bisogni assistenziali, in un’ottica centrata a facilitare i percorsi, ridurre il carico burocratico e i tempi di attesa a vantaggio del migliorar esito delle cure e, soprattutto, della loro qualità di vita – continua Passalacqua. Tutto questo accadrà in collaborazione con i medici di famiglia, i servizi territoriali e le altre unità operative ospedaliere (come ad esempio Pronto Soccorso, Chirurgia, Medicina, Radiologia, Radioterapia, ecc)”.

Il nuovo sportello non va scambiato per Centro Unico di Prenotazione (CUP) in senso stretto, ossia per uno sportello che fissa gli appuntamenti in base ai posti disponibili. In questo luogo si cercherà di mettere la persona a proprio agio e trattare anche la parte burocratica con umanità. Il momento della prenotazione sarà interpretato e vissuto come il momento in cui si accoglie un bisogno specifico.

La principale novità è rappresentata dalla stretta collaborazione fra il punto Accoglienza e Accettazione e il medico specialista curante, che definisce cosa è urgente fare per quel singolo paziente. Lo specialista, infatti, richiede le prestazioni, in base alle necessità sanitarie (e non a liste di attesa). Nella pratica significa che la cronologia degli appuntamenti sarà definita dai percorsi diagnostici stabiliti e validati dagli specialisti, che seguono il paziente e tengono conto dei bisogni e delle urgenze di ogni singolo caso.

Anche in questo caso l’associazione MEDeA, sempre presente a sostenere tutto quello che è utile per i malati oncologici, ha finanziato l’acquisto di tutti gli arredi del punto Accoglienza e Accettazione con la progettazione e supervisione di Donatello Misani, suo presidente. I volontari dell’Associazione saranno vicini ai malati anche all’interno di questo nuovo servizio, garantendo ascolto e supporto a chi ha bisogno, sia al mattino che al pomeriggio.

Il Punto Accoglienza e Accettazione è aperto dal lunedì al venerdì, dalle 8.00 alle 16.00.

Tel. 0372 405246; e-mail: accoglienzacancercenter@asst-cremona.it.

 

© Riproduzione riservata
Commenti