Commenta

Ciclabili: praticamente finita
quella di Cava, più sicurezza
in via del Vasto

foto Sessa

Non è ancora finita (manca segnaletica orizzontale e verticale e non sono ancora state messe tutte le protezioni) ma l’ultimo tratto della pista ciclabile di Cavatigozzi è già utilizzato dai ciclisti. Un’opera attesa da anni, che sta vedendo la conclusione in questi giorni, con l’asfaltatura completata fino alla palestra e nei prossimi giorni, con le ultime rifiniture. Per ora manca la data dell’inagurazione, ma di fatto l’opera è terminata e i primi utilizzatori già ci sono, nonostante le transenne indichino che non è ancora percorribile.

Ma oltre alle nuove infrastrutture, il Comune, attraverso la sua società strumentale Servizi per Cremona, sta mettendo ordine anche alle altre ciclabili, cercando in particolare di favorire i raccordi tra ‘pezzi’ tra di loro staccati. In questi giorni è stata rifatta la segnaletica per le piste monodirezionali di via dei Tribunali (direzione periferia – centro) e quella che costeggia la chiesa di Santa Lucia (direzione centro – periferia). Quest’ultima arriva fino all’incrocio con via Bissolati, dove si immette nella ciclabile di via del Vasto, da poco rifatta con la posa dei cordoli regolamentari, una novità che ha reso il tragitto a norma di legge, ma  che ha subito scatenato le prime critiche (prima c’era una semplice barriera in plastica, facilmente valicabile). A fare paura molti ciclisti è l’ampiezza del cordolo di separazione, un ‘gradone’ in  calcestruzzo largo mezzo metro e proprio per questo, invalicabile dalle auto. L’assessore alla mobilità Alessia Manfredini conferma la volontà dell’amministrazione di continuare a creare percorsi ciclabili in completa sicurezza e secondo la normativa vigente. Lo spazio dedicato alla corsia veicolare – spiegano i tecnici comunali – è pari a m 3.50 di larghezza, quindi superiore alla larghezza minima di m 2,75 della corsia di marcia e di dimensioni adeguate per il transito di qualsiasi mezzo, anche di soccorso;
il cordolo – assicurano dall’amministrazione –  è conforme a quanto stabilito dalla normativa per le piste ciclabili (decreto 557/99) che prevede il cordolo di separazione da ml 0,50 per piste bidirezionali. La larghezza della pista ciclabile bidirezionale è di m 2,10 e quindi conforme al citato decreto, che prevede per brevi tratti una larghezza minima di 1 metro per corsia di marcia.

Via del Vasto

via del Vasto 2

via Milano

via Milano

Via Ruggero Manna / Santa Lucia

Via dei Tribunali

 

© Riproduzione riservata
Commenti