Un commento

Operaio travolto mentre
raccoglieva coni stradali: 2
indagati. Incarico al perito

Poco dopo le 13 del 25 luglio scorso, sulla Paullese, tra Bagnolo e Vaiano Cremasco, aveva perso la vita in un incidente sul lavoro, Biagio Papa, 39 anni, torinese, addetto alla raccolta dei coni di segnalazione. Il cantiere al quale la vittima stava lavorando era finito e Papa era intento a togliere dalla strada i coni arancioni che indicavano la vernice fresca delle strisce segnaletiche. Era sul retro di un mezzo dell’azienda quando era stato travolto da un furgone Fiat Ducato guidato da un 23enne residente nel lodigiano. L’automobilista, tentando un sorpasso azzardato, aveva centrato in pieno il camioncino dei lavori. L’operaio era morto sul colpo a causa dell’impatto con il furgone che lo aveva scaraventato a diversi metri sull’asfalto. Oltre al 23enne, la procura ha indagato anche uno dei titolari dell’azienda che si stava occupando dei lavori stradali. L’uomo era alla guida del camioncino che trasportava l’operaio. Oggi in procura è stato conferito l’incarico all’ingegner Cinzia Cardigno, perito del pm Carlotta Bernardini, che, attraverso una perizia, dovrà valutare le eventuali responsabilità degli indagati. L’esperta si è presa tre mesi di tempo per rispondere al quesito. L’ingegner Cardigno, analizzando il luogo del sinistro e i mezzi coinvolti, stilerà una valutazione sulla condotta del conducente del furgone, così come dovrà valutare se l’azienda dei lavori abbia rispettato o meno tutte le norme di sicurezza previste dal codice stradale.

Sara Pizzorni

© Riproduzione riservata
Commenti
  • Simone

    Purtroppo vedo sempre di più cantieri stradali molto mal segnalati: proprio sti giorni passando per Roncaglia che stavano facendo la segnaletica orizzontale e di avvertimenti prima del cantiere (sia venendo da Cremona che da Piacenza) non ce n’erano. Mi sono trovato i coni giusto dove stavano facendo le linee con gli operai tranquillamente in mezzo alla strada. Vi pare normale e corretto?