Commenta

Ubriaco, causò mortale. Per
tornare a guidare ruba patente
al gemello. Smascherato

E’ tornato al volante nonostante fosse senza patente, documento che gli era stato sospeso dopo aver provocato un incidente mortale il 6 agosto scorso a Sospiro. Già nei guai per omicidio stradale e guida in stato di ebbrezza, Antonio M., 41 anni, residente a Cremona, è stato denunciato per false dichiarazioni a pubblico ufficiale e sanzionato per aver guidato con la patente sospesa. La polizia stradale di Cremona, inoltre, gli ha sequestrato la patente del fratello, ritenuta corpo del reato per le false dichiarazioni, e l’auto, una Bmw 320 a bordo della quale è stato fermato mercoledì scorso in via del Battaglione durante un controllo casuale. Agli agenti guidati dal comandante Federica Deledda non è sfuggita quell’auto di grossa cilindrata che procedeva a zig zag. Al controllo, il conducente ha esibito una patente che riportava il suo cognome ma un nome di battesimo diverso dal suo. Vincenzo invece di Antonio. Per poter circolare, Antonio aveva sottratto la patente al fratello gemello. Il trucco, però, è stato presto scoperto dai poliziotti della stradale che hanno avuto conferma dopo aver portato il 41enne in Questura per essere sottoposto al controllo delle impronte. Una serie di altri documenti, come alcune ricevute in suo possesso, erano tutti riconducibili al suo nome. Il 6 agosto scorso, Antonio, in stato di ebbrezza, aveva causato l’incidente mortale nel quale aveva perso la vita Giancarlo Agarossi, di San Giovanni in Croce, che viaggiava a bordo di una Panda insieme alla moglie, lei ferita con 40 giorni di prognosi. Per quell’incidente, Antonio, che, sempre al volante di una macchina di grossa cilindrata aveva invaso l’opposta corsia di marcia, è stato denunciato per omicidio stradale e guida in stato di ebbrezza. La patente gli era stata sospesa. Per continuare a guidare, il 41enne ha rubato il documento al fratello, ma è stato smascherato dalla stradale. Ora per lui, oltre alle pesantissime contestazioni del dopo l’incidente, si sono aggiunte nuove, gravi accuse.

Sara Pizzorni

L’incidente di Sospiro

© Riproduzione riservata
Correlati
Commenti