Un commento

Rifiuti privati nei cestini
pubblici, 50 euro di multa
a un trasgressore

L’intensificazione dell’attività di controllo sull’abbandono indiscriminato di rifiuti, messa in atto su richiesta dall’Assessore all’Ambiente Alessia Manfredini e dall’Assessore alla Sicurezza Barbara Manfredini, sta portando risultando concreti. In una via del centro storico gli agenti ambientali di Linea Gestioni, dopo avere notato l’utilizzo improprio dei cestini per i rifiuti, ispezionato il contenuto, sono riusciti a risalire al trasgressore al quale è stata inflitta una sanzione da 50 euro.

Dopo gli interventi effettuati nei giorni scorsi al quartiere Cambonino dove, grazie alle indagini svolte dalla Polizia Locale attraverso la visione delle immagini riprese dalle telecamere sono stati individuati gli autori dell’abbandono di rifiuti ingobranti, l’attenzione rimane alta anche in altre zone della città e nelle are verdi. La redazione di una mappa dei cestini porta rifiuti dislocati nelle vie cittadine ritenute più sensibili, avvenuta dopo un attento monitoraggio, permette infatti alle Guardie Ecologiche Volontarie e agli agenti della Polizia Locale di svolgere controlli con appostamenti mirati.

“La raccolta differenziata porta a porta – dichiara al riguardo l’Assessore Alessia Manfredini – è ormai un sistema consolidato nella nostra città e il tempo del rodaggio può considerarsi scaduto. Tenuto inoltre conto che, nei prossimi giorni, si compirà un ulteriore passo con la sperimentazione di misurazione di tariffa puntuale del secco al Boschetto e al Migliaro, non sono più ammessi atti di inciviltà che non solo vanno a discapito dell’intera collettività, ma recano danno al decoro urbano al quale si sta ponendo da tempo sempre maggiore attenzione”.

© Riproduzione riservata
Commenti
  • Sorcio Verde

    Dopo aver detto che è giusto multare questi comportamenti…dico anche… una notiziona!!! Merita l’apertura dei TG nazionali!!