Commenta

Variante Cremona City Hub,
nessuna osservazione,
l'adozione diventa definitiva

La variante al piano integrato di intervento del Cremona City Hub può essere definitivamente adottata, dopo che il 19 giugno scorso era stata votata a maggioranza dal Consiglio comunale. Venerdì prossimo 15 settembre se ne riparlerà in Commissione Area Vasta, la prima dopo la ripresa dell’attività politica, per l’approvazione delle controdeduzioni ai  pareri pervenuti in Comune. I pareri, in parte recepiti, sono quelli di competenza degli enti Regione e Provincia, mentre entro i termini fissati non era pervenuta nessuna osservazione da parte di cittadini o di parti in causa. All’epoca della prima adozione della variante invece, c’erano state le forti critiche politiche espresse dal consigliere di minoranza Fasani, assessore al’urbanistica all’epoca della prima versione del piano di intervento. Con la variante vengono stralciati la riqualificazione dello stadio e le nuove superfici residenziali – direzionali al posto del parcheggio del foro Boario. “Tale scelta – aveva dichiarato al proposito  l’assessore Andrea Virgilio  – deriva anche dalla volontà dell’Amministrazione di qualificare quest’area come Polo delle Tecnologie, privilegiando al contempo il centro storico per attività commerciali e residenziali”. L’attuale percorso viabilistico non verrà modificato (come invece si prevedeva nella precedente versione), con risparmio economico per gli operatori privati che vorranno investire, riducendosi le opere di urbanizzazione da realizzare.

Sostanzialmente positivi alla variante i pareri di legge espressi da Provincia e Regione, chiamati ad esprimersi come enti competenti per questioni che riguardano l’urbanistica, il commercio, la protezione civile.

© Riproduzione riservata
Correlati
Commenti