Commenta

Aperte fino al 30 settembre
le iscrizioni a 2° premio
"Cambiamenti" di Cna

Il premio di Cna, riservato alle imprese costituite dal 1° gennaio 2014, è stato il successo del 2016 e viene riproposto con ulteriori novità. Tutte le imprese possono partecipare in forma totalmente gratuita.

Si sono aperte il 10 luglio scorso le iscrizioni a Cambiamenti, premio al pensiero innovativo delle neo imprese italiane indetto dalla CNA, che verrà assegnato il 30 novembre a Roma. Dopo il successo dello scorso anno, con oltre 600 imprese candidate, 304 comuni coinvolti e 23 eventi territoriali, la conclusione con 22 finalisti e la premiazione alla presenza del ministro del Lavoro, Giuliano Poletti, la Confederazione, insieme ad Artigiancassa e ai colossi del web Facebook e Google, lancia la seconda edizione del Premio.

Alla conferenza stampa di presentazione c’erano Marco Cavalli, Direttore di Cna Cremona che ha spiegato le modalità tecniche per partecipare al premio, Danilo Savarè Presidente di Cna Giovani Imprenditori Cremona e Alessandra Ginelli membro della Presidenza di Cna Cremona e portavoce regionale di Cna Federmoda per il “su misura”.

Ventimila euro e un viaggio a Dublino, per incontrare i maggiori esperti di Facebook e di Google, sono i più importanti premi in palio, oltre a un insieme di servizi e opportunità di confronto con “venture capitalist” e fondi di investimento grazie all’apporto del partner Italia Startup.

“Un’iniziativa che ha colto nel segno già lo scorso anno – dichiara Marco Cavalli, Direttore della Cna – valorizzando la propensione delle neo piccole imprese italiane all’innovazione e al cambiamento dei processi e delle tipologie di produzione. Siamo convinti che anche quest’anno il premio – conclude Silvestrini – riscuoterà l’attenzione dei giovani imprenditori e delle neo imprese”.

Il Premio Cambiamenti è un’iniziativa dedicata alle neo-imprese di micro-piccole dimensioni con sede in Italia che hanno saputo innovare prodotti e processi, attraverso la loro quotidiana attività, con l’ambizione di rappresentare al meglio il nostro Paese. Imprese che hanno avuto la capacità di introdurre un cambiamento nel loro settore di attività, nel territorio dove operano o nella comunità che vivono, Per partecipare i candidati devono iscriversi al Premio durante la fase di candidatura, raccontando la propria attività. Il Premio non è un’operazione con finalità commerciali ma ha come obiettivo quello di premiare e riconoscere il merito delle imprese, incoraggiando, dando visibilità e offrendo concrete possibilità di formazione e di supporto alle candidate che ne prenderanno parte.

La Cna Cremona nella scorsa edizione era stata una delle protagoniste organizzando una delle 23 tappe territoriali in collaborazione con la Cna di Bergamo (ndr. si svolse a Crema il 20 ottobre 2016) e riuscendo a portare un’impresa alla finalissima di Roma.

“Lo scorso anno – continua Cavalli – l’Accademia Cremonensis di Cremona arrivò alla finale nazionale della sua categoria, non vinse, ma fu comunque una grandissima soddisfazione sia per Cna Cremona che per l’azienda stessa. Il nostro è un territorio molto piccolo soprattutto se rapportato ad altre realtà vicine, ma siamo riusciti a dimostrare che anche qui esistono imprese in grado di inventarsi, innovarsi e di essere eccellenze non solo della loro realtà ma anche a livello nazionale. Speriamo che questa seconda edizione sia un altro successo e sia in grado di creare ancora maggiore opportunità non solo per le start-up, ma che sia da stimolo anche per le imprese storiche, creando reti, innovando e stimolando l’idea impenditoriale che è sempre la linfa vitale del nostro Paese”.

“Ritengo sia un premio molto importante – ha commentato Danilo Savarè – per due ragioni principali: la prima che nei requisiti del premio è chiesto alle imprese di essere portatrici di quei valori che hanno come obiettivo quello di promuovere il made in Italy in correlazione con la vita delle persone. Il secondo perché tra i premi riservati ai vincitori c’è la possibilità di utilizzare il crowdfunding ossia una nuova forma di finanziamento che permette alle imprese di farsi conoscere e di accedere al così detto in italiano “finanziamento collettivo” che nient’altro è che un processo collaborativo di un gruppo di persone che utilizza il proprio denaro in comune per sostenere gli sforzi di persone e organizzazioni. Riconosciuta dalla Consob, per queste imprese poco conosciute al sistema del credito, questa nuova opportunità del crowdfunding è molto importante”

“L’anno scorso con la mia neo-nata azienda ho partecipato alla prima edizione – afferma Alessandra Ginelli – ed è stata un’esperienza che mi è piaciuta molto, fin dal titolo, cambia-menti che ti dà già l’idea del cambiare mentalità. Un premio che mette insieme il saper fare artigianale, con le mani, con l’ingegno, con la fantasia, con l’innovazione. Un premio che è una vetrina, che premia anche chi preserva una tradizione come è stato nel mio caso, perché è un’impresa fare impresa ma qualcuno, in questo caso Cna, riconosce questo grande valore. Molto semplice è iscriversi al premio, digitale, veloce, senza plichi e fascicoli, solo un semplice form da compilare. Poi sta all’impresa “presentarsi bene”, ma questa idea della velocità e della facilità dell’iscrizione è molto in linea anche con l’idea stessa che hanno oggi gli imprenditori delle loro aziende, che devono ottimizzare i tempi per essere sempre competitive in un mercato che dal 2008 a oggi è molto cambiato”.

Per tutte le informazioni e le iscrizioni le imprese possono andare sul sito www.premiocambiamenti.it. dove potranno trovare anche tutte le storytelling dell’edizione del 2016.

© Riproduzione riservata
Commenti