Un commento

Eredità Somenzi, per la prima
volta le telecamere
nell'abitazione del gioielliere

Si aprono per la prima volta le porte della casa del gioielliere Luciano Somenzi. La Fondazione Città di Cremona, tramite gli eredi, mette in vendita mobili, arredi, preziosa oggettistica e lo stesso immobile. I proventi sono destinati al recupero degli immobili per gli anziani. Con la vendita dei gioielli (avvenuta qualche mese fa), si è già cominciato l’intervento nella palazzina storica di Cremona Solidale.

GUARDA IL VIDEOSERVIZIO

© Riproduzione riservata
Commenti
  • Luigi Minelli

    Ora che con grande vanto è stato reso pubblico, con un filmato tramite l’emittente cremonese Cremona 1, dove si trova l’appartamento e il tesoro in esso contenuto che il comune ha ereditato dal sig. Somenzi, spero vivamente che l’erede, il comune, abbia provveduto all’installazione di un efficientissimo impianto di allarme collegato 24/24 ore con il pronto intervento di Polizia e Polizia Locale. Mi aspetto anche che il comune, non sollecitato ma di propria iniziativa, decida di dedicare al sig. Somenzi il nome di una via, visto che è già esistente una piazza T. Somenzi, o altra cosa degna.