7 Commenti

Senza biglietto,
aggredisce capotreno
sulla linea Bs-Cr

Linee ferroviarie cremonesi ancora come il Bronx: un capotreno appena 30enne, di Cremona, è stato aggredito sul treno in viaggio da Brescia verso Cremona, nella mattinata di sabato. L’ultimo episodio di una serie che sembra non avere fine.

Il convoglio si trovava all’altezza di Bagnolo Mella, quando il controllore, svolgendo il proprio lavoro, ha trovato un viaggiatore sprovvisto del titolo di viaggio. Ne è seguito un acceso diverbio, durante il quale il capotreno è stato spintonato violentemente ed è caduto a terra. Il viaggiatore irregolare, di origine africana, si è quindi dato alla fuga.

Immediatamente è stato richiesto l’intervento dei Carabinieri, che sono riusciti a identificare il responsabile dell’aggressione. Il capotreno si è invece recato al pronto soccorso, dove è stato poi dimesso con una prognosi di sei giorni.

“L’ennesimo episodio di violenza sui treni, un leit motiv ormai fin troppo frequente” commenta Luciano Siani, responsabile dell’Rsu per il sindacato Orsa Ferrovie e membro di Orsa nazionale. “Dopo l’ultimo incontro svoltosi a Milano, vediamo se verranno mantenute le promesse fatte da Rfi, Trenord e Prefettura di Milano: telecamere in stazione e più controlli a bordo treno. Ma anche la maggior sorveglianza dei treni con le guardie giurate: si era parlato di 120-130 persone, invece per ora in servizio sono solo una trentina”.

Laura Bosio

© Riproduzione riservata
Commenti
  • jiustis

    ci risiamo con questi elementi !

  • Tommaso

    Servono manganelli e magari teaser in dotazione, cosí vediamo se a questi parassiti passa la voglia di salire sui treni o sui bus senza biglietto!

    • Tommaso Scocco

      Si ma secondo me il CT sui treni regionali va selezionato in base alla stazza minimo 1,80m x 90Kg.
      Poi ne riparliamo.

  • Graziano Ansaldi

    Questi cacciapalle delle Ferrovie avevano promesso più Sicurezza,ma come al solito parole al vento,tanto a loro che gli frega, stanno ben seduti sul loro cadreghino a prendere stipendi da favola.gente che andrebbe invece cacciata a calci nel didietro per manifesta incapacità.

  • Sergio Martoni

    Ma non scherziamo. Sono quelli che ci pagheranno le pensioni col loro lavoro e che stanno facendo risalire il PIL dell’Italia. Dobbiamo solo ringraziarli….

  • luciano1956

    La nostra preziosa risorsa che non vuole pagare il biglietto! non vedo dove stà la notizia.

  • Sorcio Verde

    Voleva risparmiare per versare tutto nelle pensioni degli italiani.