Ultim'ora
7 Commenti

Senza biglietto,
aggredisce capotreno
sulla linea Bs-Cr

Linee ferroviarie cremonesi ancora come il Bronx: un capotreno appena 30enne, di Cremona, è stato aggredito sul treno in viaggio da Brescia verso Cremona, nella mattinata di sabato. L’ultimo episodio di una serie che sembra non avere fine.

Il convoglio si trovava all’altezza di Bagnolo Mella, quando il controllore, svolgendo il proprio lavoro, ha trovato un viaggiatore sprovvisto del titolo di viaggio. Ne è seguito un acceso diverbio, durante il quale il capotreno è stato spintonato violentemente ed è caduto a terra. Il viaggiatore irregolare, di origine africana, si è quindi dato alla fuga.

Immediatamente è stato richiesto l’intervento dei Carabinieri, che sono riusciti a identificare il responsabile dell’aggressione. Il capotreno si è invece recato al pronto soccorso, dove è stato poi dimesso con una prognosi di sei giorni.

“L’ennesimo episodio di violenza sui treni, un leit motiv ormai fin troppo frequente” commenta Luciano Siani, responsabile dell’Rsu per il sindacato Orsa Ferrovie e membro di Orsa nazionale. “Dopo l’ultimo incontro svoltosi a Milano, vediamo se verranno mantenute le promesse fatte da Rfi, Trenord e Prefettura di Milano: telecamere in stazione e più controlli a bordo treno. Ma anche la maggior sorveglianza dei treni con le guardie giurate: si era parlato di 120-130 persone, invece per ora in servizio sono solo una trentina”.

Laura Bosio

© Riproduzione riservata
Commenti