Commenta

Pareggio in trasferta
per 0-0: la Cremo ferma
anche il Frosinone

Frosinone – Cremonese 0-0

Frosinone: Bardi; Terranova, Ariaudo, Krajnc; M. Ciofani (dal 35’st Frara), Gori (dal 35’st Maiello), Sammarco, Soddimo (dal 40’st Volpe), Beghetto; Ciano, Dionisi. All. Longo
A disp.: Zappino, Vigorito, Crivello, Russo, Besea, Tarasco, Matarese, Brighenti, Errico

Cremonese: Ujkani; Almici, Canini, Claiton, Renzetti; Arini, Pesce (dal 40’st Cinelli), Cavion; Piccolo (dal 21’st Marconi); Mokulu, Paulinho (dal 34’st Brighenti). All. Tesser
A disp.: Ravaglia, Davino, Procopio, Salviato, Scappini, Perrulli, Scarsella, Macek, Garcia Tena

Arbitro: Daniele Chiffi della sezione di Padova, coadiuvato dagli assistenti Giovanni Baccini di Conegliano e Marco Chiocchi di Foligno. Quarto ufficiale Daniele De Remigis di Teramo

Gol: nessuno

Ammoniti: Ariaudo, Gori, Claiton, Volpe, Dionisi

Corner: Frosinone 4, Cremonese 1

Cremonese in campo a Frosinone per la prima ufficiale nel nuovo stadio Benito Stirpe. Tesser recupera Claiton, a sorpresa tra i titolari, ma non Croce e lascia rifiatare Brighenti preferendo in attacco la coppia inedita dal primo minuto Mokulu Paulinho. Longo non può schierare Daniel Ciofani. Lo stadio è una bolgia com 16 mila spettatori che incitano i gialloazzurri, le due squadre prendono le misure e nel primo quarto d’ora non si fanno troppo male. E’ poi la Cremonese a prendere coraggio e ad avventurarsi nella zona di Bardi. Al 18’ Gori serve Dionisi con un pallonetto che scavalca la difesa, la Cremonese protesta per il fuorigioco non ravvisato, ma Ujkani fa buona guardia.

Al 19’ ci prova Arini dal limite, ma Bardi para a terra. Al 23’ cross pericoloso di Beghetto dalla sinistra ma Ujkani interviene prima che un avversario possa intervenire. Al 24’ Ciano dalla distanza impegna Ujkani, passano pochi secondi e Dionisi inventa un bel diagonale che Soddimo non riesce a correggere a rete. Al 26’ risponde la Cremonese con un gran sinistro di Pesce dal limite che sfiora il palo. La partita è bella e intensa. Al 28’ Ariaudo interviene fallosamente su Cavion all’altezza del vertice dell’area di rigore e si becca il giallo. Batte Paulinho ma la sua punizione è di poco alta.

La Cremonese ci crede e aumenta l’intensità, Paulinho serve Mokulu che mette in rete, ma c’è l’intervento arbitrale che punisce la posizione di offside. Al 33’ sugli sviluppi di un calcio di punizione Dionisi colpisce la traversa. Al 41’ Bardi interviene su un tiro dalla distanza di Canini. Il primo tempo finisce 0 a 0.

Il secondo tempo parte sulla falsariga del primo, con le due squadre che si fronteggiano a viso aperto senza che nessuna prevalga sull’altra. Gli interventi si fanno più duri e il gioco viene spesso interrotto dal direttore di gara. Al 14’ Ujkani interviene a terra in anticipo su Ariaudo probabilmente in fuorigioco. Al quarto d’ora cresce il Frosinone che schiaccia la Cremonese nella propria metà campo. Al 20’ Gori da fuori area sfiora il palo. Al 23’ ancora pericoloso il Frosinone con Gori al volo dal limite. Para Ujkani.

La Cremonese sugli sviluppi di un contropiede avviato da Renzetti potrebbe far male, ma Paulinho liscia il pallone in area. Grande capacità di soffrire della Cremonese che cerca di chiudere tutti gli spazi e portare a casa un punto tutto sommato meritato per come ha affrontato la gara contro una delle favorite del Campionato.

Il finale è di grande sofferenza, le due squadre sono ormai stanchissime, ma non mollano. Al 46’ Ujkani compie un miracolo sul tiro Sammarco che tira a botta sicura all’altezza del dischetto del rigore. Recupero del recupero per il tempo perso per l’infortunio di Claiton e l’ingresso dei sanitari in campo. Marconi commette fallo al limite e l’arbitro assegna punizione. Batte Ciano ma il suo tiro è alto. Finisce 0 a 0 con la Cremonese che ferma il Frosinone.

Cristina Coppola

© Riproduzione riservata
Commenti