Commenta

Ritornano l'8 ottobre 2017
presso l’Archivio di Stato
le “Domeniche di carta”

Ritornano domenica 8 ottobre 2017 presso l’Archivio di Stato di Cremona le “Domeniche di carta”, promosse dal Ministero dei Beni e delle Attività culturali e del Turismo con lo scopo di sensibilizzare, attraverso l’apertura straordinaria degli Istituti culturali, alla presa di coscienza del patrimonio culturale del Paese e alla necessità della sua valorizzazione.
Il tema proposto per questa edizione è relativo all’Art. 9 della Costituzione e alla necessità di tutelare il patrimonio storico e artistico italiano. Muovendo, dunque, da questo assunto, l’Archivio di Stato propone una mostra documentaria e iconografica su un aspetto del patrimonio cremonese quanto mai meritevole di tutela per non rischiare la sua completa distruzione: le mura della città, testimonianza di un passato glorioso e culturalmente rilevante, del quale numerose tracce sono conservate in vari luoghi, non sempre a tutti noti. L’esposizione permetterà un breve excursus sulla loro evoluzione nel corso dei secoli e sulle modificazioni strutturali intervenute sul loro aspetto, chiaramente documentabili, oltre che attraverso i testi, anche attraverso le fotografie di fine Ottocento-inizio Novecento, fino al confronto con i poco lusinghieri riscontri attuali.
La mostra sarà accompagnata da riflessioni sul tema della cinta muraria affidate a Emanuela Zanesi, Mariella Morandi, Giovanni Fasani e Angelo Garioni, che interloquiranno scambievolmente con l’intenzione di mettere la propria esperienza sull’argomento allo scopo di sensibilizzare l’opinione pubblica sulla necessità di preservare dal degrado una componente del patrimonio artistico cremonese dal passato così glorioso, testimonianza della trascorsa grandezza della città.
L’appuntamento è fissato per domenica 8 ottobre 2017 alle ore 17.00 presso l’Archivio di Stato di Cremona, via Antica Porta Tintoria 2.

© Riproduzione riservata
Commenti