Commenta

Nuovi parroci in diocesi:
nel fine settimana
cinque insediamenti

Ancora un fine settimana di nuovi ingressi di parroci a Cremona, annunciati sul sito della Diocesi di Cremona. Il primo della serie, nel pomeriggio di sabato 7 ottobre, sarà don Roberto Rota, già parroco di Castelverde e Castelnuovo del Zappa, che ora assume anche la guida della parrocchia di Costa S. Abramo. Un ingresso importante questo, nell’ottica di una collaborazione sempre più stretta delle comunità religiose che ruotano intorno a Castelverde e che nel tempo potrebbe portare all’unità pastorale anche con S. Martino in Beliseto e Marzalengo.

La celebrazione di insediamento di don Rota, in concomitanza con l’apertura della sagra di paese, si svolgerà con la Messa presieduta alla 18 dal vescovo Antonio Napolioni. Prima della liturgia il saluto dell’Amministrazione comunale; al termine il rinfresco di benvenuto in oratorio. Domenica mattina la sagra si aprirà con la Messa delle 10.30 presieduta dal nuovo parroco. Quindi in oratorio la pesca di beneficenza. Nel pomeriggio due battesimi.

Secondo ingresso del fine settimana sarà quello di don Davide Osio, nuovo parroco dell’unità pastorale di Cumignano sul Naviglio, Ticengo e Villacampagna. Appuntamento domenica 8 ottobre alle 10, quanso il nuovo parroco sarà accolto in oratorio a Cumignano. Da qui, intorno alle 10.30, partirà in processione con i concelebranti, per la messa presieduta dal vescovo Napolioni. Prima dell’ingresso in chiesa tappa sul sagrato per il saluto delle autorità civili. Al termine della celebrazione in oratorio un momento di festa e convivialità. Alle 18 il nuovo parroco presiederà l’Eucaristia domenicale nella chiesa di Villacampagna.

Gli ingressi proseguono nel pomeriggio di domenica: don Claudio Corbani e don Giovanni Tonani, che saranno parroci in solido di Pozzaglio, Olmeneta, Casalsigone, Castelnuovo Gherardi e Corte de’ Frati. La cerimonia per il loro ingresso è prevista l’8 ottobre a Corte de’ Frati, alle 15. Dall’oratorio partirà la processione dei sacerdoti che alle 15.30, insieme al vescovo Antonio Napolioni, celebreranno l’Eucaristia. Prima della Messa il saluto dell’Amministrazione comunale. Dopo la liturgia rinfresco in oratorio.

Infine, alle 18 di domenica 8 ottobre, sarà la volta di don Paolo Ardemagni, nuovo parroco di Robecco d’Oglio, che farà il suo ingresso in paese accompagnato nel solenne rito di insediamento dal vescovo Antonio Napolioni.

I NUOVI PARROCI

Don Roberto Rota, classe 1959, originario della parrocchia di S. Agata in Cremona, è stato ordinato sacerdote il 18 giugno 1983. Ha iniziato il proprio ministero come vicario al Boschetto, nella periferia di Cremona, dove è rimasto sino al 1991. Nel frattempo è stato impegnato in Curia, prima come addetto della Ragioneria (1984/1995) poi come cassiere (1995/2004), ricoprendo anche l’incarico di direttore della Cassa del Clero (1993/2004) e poi quello di responsabile dell’Ufficio Assistenza e pensione clero (1997/2004). Dopo essere stato collaboratore parrocchiale al Cambonino in Cremona (1999), è diventato parroco di Olmeneta (2000/2004).
Segretario per il Giubileo del 2000, è stato anche incaricato diocesano FACI-Federazione nazionale del clero italiano (2001/2008) e presidente della Società di mutuo soccorso tra i sacerdoti (2007/2008). Dal 2004 è parroco di Castelverde e Castelnuovo del Zappa. Ora mons. Napolioni gli ha affidato anche la comunità di Costa S. Abramo. Può contare sulla collaborazione del vicario don Enrico Ghisolfi, del collaboratore parrocchiale don Luciano Carrer e del diacono permanente Umberto Bertelle.
Dal 2008, inoltre, è responsabile diocesano del Segretariato Pellegrinaggi e dell’Ufficio per la Pastorale del turismo e del tempo libero; dal 2012 è presidente dell’agenzia turistica diocesana ProfiloTours.

Don Claudio Corbani, classe 1963, originario di Casalmorano, è stato ordinato sacerdote il 18 giugno 1988. È stato vicario ad Agnadello (1988/1998) e a Sospiro (1998/2004). Quindi la nomina a parroco di Vicoboneghisio, Caminata oltre che amministratore parrocchiale di Cappella di Casalmaggiore.
Dal 2012 era parroco in solito e moderatore dell’unità pastorale di Pozzaglio, Olmeneta, Casalsigone e Castelnuovo Gherardi. Ora mons. Napolioni gli ha affidato anche la comunità di Corte de’ Frati in vista di un cammino che dovrebbe portare le cinque parrocchie a unirsi in unità pastorale.

Don Giovanni Tonani, classe 1965, originario di Olmeneta, è stato ordinato sacerdote il 16 giugno 2001. Dopo l’esperienza come vicario a S. Sebastiano, in Cremona, dal 2009 era parroco di Corte de’ Cortesi e Cignone e dal 2013 anche di Bordolano.
Incaricato diocesano per la Pastorale scolastica dal settembre 2016, recentemente il Vescovo gli ha anche affidato l’Ufficio IRC (Insegnamento della Religione Cattolica nelle scuole) con gli incarichi di consulente ecclesiastico diocesano ADASM e FISM.
Lasciate le parrocchie di Corte de’ Cortesi, Cignone e Bordolano, a questi incarichi ora affiancherà anche quello di parroco in solido di Pozzaglio, Olmeneta, Casalsigone, Castelnuovo Gherardi e Corte de’ Frati.

Don Paolo Ardemagni, classe 1962, originario di Misano Gera d’Adda, ha iniziato il suo ministero come vicario: prima a Soncino (1986/1996) e poi a S. Abbondio in Cremona (1996/1999).
Nel 1999 è stato nominato parroco di Fengo, diventando poi anche amministratore di Luignano (2000) e parroco di Acquanegra Cremonese (2004). Negli stessi anni ha ricoperto l’incarico di consulente ecclesiastico del CSI di Cremona (2000/2009).
Nel 2009 il trasferimento a Cassano d’Adda, come parroco dell’Annunciazione. Ora mons. Napolioni l’ha scelto per guidare la comunità di Robecco d’Oglio in sostituzione di don Giuseppe Allevi, diventato parroco di Rivarolo del Re.

Don Davide Osio, classe 1971, originario della parrocchia di S. Ilario in Cremona, è stato ordinato sacerdote il 22 giugno 1996. Nei suoi anni di ministero è stato vicario a Soncino (1996/2002), Cristo Risorto in Cassano d’Adda (2002/2008) e Fontanella (dal 2008). Ora mons. Napolioni  l’ha scelto come parroco moderatore dell’unità pastorale di Cumignano sul Naviglio, Ticengo e Villacampagna in sostituzione di don Diego Poli, trasferito proprio a Fontanella come nuovo parroco.

© Riproduzione riservata
Commenti