3 Commenti

Spaccio, arrestato
a Soncino un 18enne
clandestino

E’ finito in manette per detenzione e spaccio di droga, un 18enne clandestino beccato nel Soncinese.

La vicenda risale a una decina di giorni fa, quando i titolari di una cascina lungo la Melotta avevano sorpreso alcuni stranieri che si aggiravano nella zona con fare sospetto. Gli agricoltori soncinesi avevano quindi chiamato i carabinieri di Soncino e Camisano.

Vedendo arrivare i militari, i tre malviventi si erano però dati alla fuga tra i campi. I carabinieri sono però riusciti a bloccare uno dei fuggiaschi, che messo alle strette ha confessato che si trovava lì per consumare sostanze stupefacenti.

Nei giorni successivi sono scattati una serie di controlli a tappeto, fino a trovare un’utilitaria francese guidata da una giovane cremasca che ha mostrato segni di nervosismo. Sul veicolo erano presenti dosi di cocaina ed eroina, che sono state sequestrate, mentre la giovane è stata segnalata alla Prefettura di Cremona quale assuntrice di stupefacenti a scopo non terapeutico.

Successivamente i carabinieri hanno scorto un giovane straniero nordafricano di 18 anni, clandestino, che si rifugiava in una cascina abbandonata a Romano di Lombardia. Addosso aveva un involucro contenente 34 grammi di cocaina e del denaro, tutto materiale sequestrato. H.L. è stato dunque dichiarato in stato di arresto per detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti ed è stato trasportato in carcere a Cremona.

© Riproduzione riservata
Commenti
  • luciano1956

    jus soli subito !

    • Lidans

      già..così i pennivendoli altezzosamente potranno finalmente scrivere “spacciatore italiano” senza esser smentiti

  • jiustis

    oramai siamo pieni di questi esseri ,basta vedere i giardini di piazza roma a cremona tempestati di giargia nelli di ogni nazionalità con telefono ultima generazione vestiti pure bene la polizia che spesso controlla ma lo sappiamo che non possono fare niente anno le mani legate loro no ci tocca tenerli