Commenta

I bancari della Fabi
a congresso, all'orizzonte
l'ombra dei licenziamenti

Il 20° Congresso Provinciale FABI (federazione Autonoma Bancari Italiani) che si terrà venerdì 13 ottobre  (inizio ore 9) a Cremona presso il teatro Filodrammatici è una tappa molto importante per il proseguimento dell’attività della sezione cremonese. Si tratterà infatti di eleggere i membri del nuovo consiglio direttivo (23 componenti), della segreteria provinciale, dei delegati al 21° congresso nazionale e del Delegato permanente al Consiglio Nazionale.

Il sindacato e la FABI, in particolare, ha dovuto fronteggiare gli scandali che hanno investito l’intero sistema bancario, scandali legati alla responsabilità di alcuni manager e alla mala gestione che spesso hanno creato danni economici, patrimoniali ai soci, alla clientela ed anche ai dipendenti, spesso diventati vittime del sistema. Basti pensare alle situazioni di Banca Marche, Banca Etruria, Ca.Ri. Ferrara, Ca.Ri. Chieti, Veneto Banca, Popolare di Vicenza o a grandi colossi come Monte Paschi Siena.

Nonostante le leggi dello Stato prevedano possibilità di licenziamenti in situazioni di crisi, la FABI ha sempre gestito tutte le situazioni, senza un solo licenziamento, a fronte delle molte migliaia in tutto il resto d’Europa. Il sistema creditizio italiano non è più sotto la sorveglianza di organismi della nostra nazione, ma della vigilanza sovranazionale, della BCE. Questo è lo scenario attuale che preoccupa i bancari, poiché a fronte di investimenti tecnologici e nel mobile banking il sistema tende a ridurre ulteriormente i costi con chiusure di sportelli e riduzione di organici. Gli Istituti di Credito stanno affrontando un cambiamento epocale, che muterà in radice l’organizzazione bancaria ed il modo di fare banca, per questo occorre adottare un nuovo modello di banca, affinché si creino nuove professionalità e nuovi servizi, unico modo per contenere l’emorragia di posti di lavoro.

Al congresso porteranno il loro saluto il sindaco di Cremona Gianluca Galimberti, i rappresentanti delle altre organizzazioni sindacali provinciali e membri del consiglio regionale e nazionale della FABI. Ricordiamo che i componenti della segreteria provinciale sono il segretario amministrativo Giuseppe Uva, Danilo Piccioni segretario e coodinatore e direttore del Centro Servizi CAAF, i dirigenti nazionali Maurizio Buonfantino, Vanni Bellardi e Dario Marrone (responsabile provinciale settore banche credito cooperativo)

Marco Ravara

© Riproduzione riservata
Commenti