Commenta

'Musica al Museo':
il 15 ottobre
concerto di chitarra

La terza domenica del mese, per la rassegna Musica al Museo, è dedicata ai concerti per chitarra. Il 15 ottobre, alle ore 11, nella Sala Manfredini del Museo Civico Ala Ponzone sarà la volta dell’ensemble Un pizzico di corda del Liceo Musicale Stradivari di Cremona, diretto dal Maestro Francesco Molmenti.

Il programma prevede tre brani scelti di Claudio Monteverdi: Toccata (da Orfeo, Favola in Musica, trascrizione di Josuè Gutierrez), Sì dolce è ‘l tormento (Quarto Scherzo delle Ariose Vaghezze, trascrizione di Josuè Gutierrez) e Maledetto sia l’aspetto (da Scherzi Musicali, trascrizione di Lucia Pizzutel); il Concerto op.3 n.8 (trascrizione di Francesco Molmenti e Davide Moneta) di Antonio Vivaldi, solisti Francesco Molmenti e Fabiola Miglietti; Slavonic Dance op.46 n.7 (trascrizione di Tilman Hoppstock) di Antonín Dvořák; Changing the guard di Nikita Koshkin; Rumba di Štěpán Rak.

Prima del concerto, che, come sempre, è ad ingresso libero e gratuito, il Maestro Riccardo Invernizzi presenterà la chitarra “Guadagnini 1828” conservata ne “Le Stanze per la Musica” del Museo Civico Ala Ponzone che raccoglie la Collezione di strumenti storici di Carlo Alberto Carutti. La novità di quest’anno è infatti che, la terza domenica del mese, nell’ambito della rassegna Musica al Museo, verrà presentato di volta in volta uno degli strumenti della preziosa Collezione.

Francesco Molmenti è un chitarrista, didatta e storico della musica. Figlio di genitori musicofili, è introdotto nel mondo delle sei corde dalla sua prima insegnate, Lucia Pizzutel, che lo accompagnerà fino al diploma (conseguito al Conservatorio “G. Tartini” di Trieste nella classe di Frédéric Zigante). Da giovane è vincitore di numerosi concorsi d’esecuzione musicale ed ha la possibilità di perfezionarsi con grandi maestri (Z. Dukic, A. Ponce, D. Russel, T. Hoppstock, M. Barrueco, P. Pegoraro, W. Kanengiser, ecc.) intraprendendo giovanissimo la via del concertismo.

Arricchisce la sua formazione con corsi di musica elettronica, direzione d’orchestra e in particolare con lo studio della storia e teoria della musica, laureandosi presso la facoltà di musicologia di Cremona, ottenendo il suo Dottorato di Ricerca con una tesi dedicata al teorico rinascimentale Johannes Tinctoris. Come musicista svolge un’attività variegata, esibendosi come solista e in varie formazioni cameristiche. Ha al suo attivo numerose tournée in Italia e all’estero e la collaborazione stabile con diverse formazioni cameristiche e orchestrali (tra cui l’ensemble Vivaldi Guitar Consort). Attualmente si esibisce con il trio Res intimae e con l’ensemble Loco. È direttore dell’ensemble “Un pizzico di corda” e insegnante presso il Liceo Musicale “A. Stradivari di Cremona”.

© Riproduzione riservata
Commenti