2 Commenti

Mezza Maratona, podio per
gli atleti del Kenia. Tra
i cremonesi primo Cattaneo

I vincitori

Fotoservizio Francesco Sessa

La 16° edizione della Maratonina di Cremona ha regalato ancora grandi emozioni alla città del Torrazzo ed in particolare agli impeccabili organizzatori del Cremona Runner il sodalizio presieduto da Michel Solzi che da sempre ha curato con professionalità e competenza la manifestazione nei minimi particolari. Non è mancato un pizzico di brivido in più, con i controlli dell’antidoping, approdati per la prima volta a questa manifestazione, che hanno un po’ ritardato il momento delle premiazioni.

Agonisticamene parlando la parte del padrone l’hanno fatta come da pronostico i formidabili atleti kenioti occupando i primi cinque posti della classifica generale. Successo per l’esordiente James Murithi Mburugu in 1h 02’51” davanti a Paul Mwangi 1h 03’05” ed a Joash Koech Kipruto in 1h 03’51”. Tutti e tre tesserati per la Run2together. Primo degli italiani Michele Palamini (Gr. Alpinistico Vertovese) in 1h 07’11” buon sesto.

Primo dei cremonesi l’inossidabile Mauro Cattaneo del Marathon Cremona in 1h 12”39 giunto 19° assoluto. Tra le donne ha praticamente fatto corsa a sé Moraa Moseti anche lei del Kenia (Atletica 2005) in 1h 09’50 davanti alla connazionale Pauline Esikon 1h 11’13. Applalusi anche al sindaco di Cremona Gianluca Galimberti che ha chiuso al traguardo in 1h 57’38”.

Erano 1905 complessivamente i partecipanti che con puntualità si sono presentati al via alle 9.30 davanti al Teatro Ponchielli per poi arrivare dopo poco più di 21 km nello splendido scenario di Piazza del Duomo illuminata dal sole. il nuovo percorso proposto nel 2016 ha riscosso anche quest’anno molti apprezzamenti per  le qualità e le peculiarità architettoniche, storiche e ambientali del nostro territorio, della città.

Grande successo anche della 2° Staffetta “You & Me” non competitiva a coppie con gli atleti che hanno percorso 10 km a testa cambiandosi nel ruolo ai giardini pubblici.. Il ricavato netto derivante dalle iscrizioni è stato devoluto all’Associazione cremonese Aida (Associazione Incontro Donne Antiviolenza) presieduta da Monica Pedroni.

Marco Ravara

© Riproduzione riservata
Commenti
  • piergici

    Perché nessun riferimento alle persone diversamente abili aiutate da splendidi amici che con sudore e volontà le hanno aiutate spingendole su carrozzelle apposite a fare tutto il percorso???
    Forse perché i disabili non interessano nessuno tanto meno i giornalisti.

  • Daniro Auro Mandelli

    I dati dell’ARPA hanno confermato che domenica il PM10 era molto alto e superava ampiamente i limiti di legge. In queste situazioni di inquinamento atmosferico l’OMS invita a non svolgere attività fisica all’aperto. La situazione era nota e le previsioni indicavano che sarebbe peggiorata. Non si poteva prendere qualche provvedimento preventivo?