Sport
Commenta1

Foggia - Cremonese 2-3, gol di Brighenti Mokulu e Piccolo

Foggia – Cremonese 2-3 

PRIMO TEMPO – La Cremonese scende in campo al Pino Zaccheria di Foggia con le novità annunciate con Garcia Tena in difesa in coppia con Canini e Croce che rientra a centrocampo.
Al 10’ una girata di Mazzeo parata senza difficoltà da Ujkani. All’11’ ci prova Brighenti con un diagonale che colpisce l’esterno della rete. Il capitano grigiorosso trova il gol al 15’ ma la sua rete viene annullata per fuorigioco. Molto corta la Cremonese con gli attaccanti che rientrano a dare man forte nella fase difensiva. Al 24’ Pesce dal limite impegna Guarna che mette in corner. Al 35’ una punizione dal limite di Coletti porta in vantaggio il Foggia. Il difensore rossonero scavalca la barriera e sorprende Ujkani. Al 38’ arriva il raddoppio di Beretta di testa su cross di Mazzeo. La Cremonese reagisce subito e al 40’ accorcia le distanze con il suo capitano. Andrea Brighenti servito da Pesce e favorito da una leggera deviazione di Camporese sigla il 2 a 1. Allo scadere Mokulu trova la rete del pareggio, anticipando tutti su un cross basso di Almici. Squadre negli spogliatoi sul risultato di 2 a 2.

SECONDO TEMPO – Due cambi per la squadra di Stroppa in avvio di ripresa con Fedato e Gerbo che vanno a rilevare Chiricò e Deli. Al 10’ l’arbitro fischia una punizione alla Cremonese per atterramento di Mokulu al limite dell’area. Va Piccolo sul pallone e, dalla stessa zolla da cui Coletti aveva siglato il vantaggio dei pugliesi, il numero 7 grigiorosso trova il gol del 3 a 2. Alla mezz’ora il Foggia resta in 10 per qualche minuto perché Celli, colpito dai crampi, deve lasciare il terremo di gioco. Al 35’ Ujkani devia in angolo un colpo di testa di Loiacono. Su una punizione ottenuta da Fedato per fallo di Almici, Brighenti devia il pallone rischiando l’autogol. Tesser inserisce Marconi per Mokulu passando alla difesa a 5 per contrastare l’assalto dei pugliesi. 6 i minuti di recupero concessi dal direttore di gara. Il finale è un assedio alla porta di Ujkani che fa buona guardia, le due squadre sono stanchissime e alla fine è la Cremonese a chiudere in avanti e ad espugnare il Pino Zaccheria di Foggia.

FOGGIA (4-3-3): Guarna; Loiacono, Camporese, Coletti, Celli; Agazzi, Vacca, Deli (dal 1’st Gerbo); Chiricò (dal 1’st Fedato), Mazzeo, Beretta (dal 27’st Nicastro). Allenatore: Stroppa.
A disp.: Pelizzoli, Lodesani, Empereur, Pertosa, Rubin, Calderini, Ramè, Fedele, Sarri.

CREMONESE (4-3-1-2): Ujkani; Almici, Canini, Garcia Tena, Renzetti; Arini, Pesce (dal 22’st Cavion), Croce; Piccolo (dal 31’st Castrovilli); Mokulu (dal 39’st Marconi), Brighenti. Allenatore: Tesser.
A disp.: Ravaglia, Davino, Procopio, Scappini, Perrulli, Scarsella, Macek.

Arbitro: Davide Ghersini della sezione di Genova, coadiuvato dagli assistenti Gaetano Intagliata di Siracusa e Michele Lombardi di Brescia. Quarto ufficiale Gino Garofalo di Torre del Greco.

Gol: 35’pt Coletti, 38’pt Beretta, 40’pt Brighenti, 45’pt Mokulu, 11’st Piccolo
Ammoniti: Gerbo, Arini
Corner: Foggia 10, Cremonese 3

Cristina Coppola

© Riproduzione riservata
Commenti