Sport
Commenta

Vanoli sconfitta di misura a Bologna. Al PalaDozza passa la Virtus 79-78

Peccato! Davvero peccato! La Vanoli ha sfiorato il colpaccio nel mitico “PalaDozza” di Bologna contro la “pluriscudettata” Virtus Segafredo cedendo 79-78 . La sconfitta, alla vigilia, poteva essere messa in preventivo dal team di coach Sacchetti ma la formazione di casa non è poi così trascendentale come sembra. Con un po’ più di attenzione negli ultimi due minuti del match i cremonesi avrebbero potuto vincere il confronto molto fisico ed intenso. Nel primo quarto i cremonesi evidenziano difficoltà nel fare canestro commettendo molti errori sia dalla minima che da lunga distanza subendo un passivo di sette lunghezze (11-4 al 5’) che diventano dieci all’8’ (21-11). Al 10’ 23-16. Umeh infila una “tripla” nel momento in cui la formazione di coach Sacchetti sembrava aver ritrovato continuità nelle realizzazioni, è 32-21 al 13’. Cremona nonostante tutto rimane “agganciata al match” approfittando di qualche errore tecnico dei felsinei in difesa ed in fase di impostazione in attacco. 32-27 al 15’ con Johnson Odom che non segna ma che crea scompiglio nella difesa locale. 1 su 14 da tre punti per i cremonesi ma Ricci centra il bersaglio proprio con una “bomba” e 40-36 all’intervallo. 13 su 25 da due per Cremona e 7 su 14 per Bologna. Dopo due tentativi andati a vuoto finalmente la Vanoli trova il pareggio sul 42-42. Johnson Odom colpisce da tre punti e un’azione in contropiede fissano il punteggio 46-51. I biancoazzurri rimangono avanti sino al 28’ quando la Segafredo Bologna ribalta la situazione 57-56 al 30’. Al 34’ i padroni di casa esauriscono il “bonus falli” ma gli ospiti non ne sanno approfittare al meglio. La contesa è sempre intensa ed equilibrata ed al 37’ il tabellone del “Paladozza” mostra 69-71. Una banalità in rimessa in gioco della palla da parte di Milbourne , dopo aver subito 2 tiri liberi , ne concede altri due ai bolognesi che si portano in testa 74-71. Johnson Odom dà speranza e coraggio ai suoi compagni con una “tripla” per il 76-74 e parità a 41 secondi dalla sirena. Sims con due tiri liberi 76-78 ma un tiro libero di Alessandro Gentile e due di Slaughter per fallo in attacco di Milboaurne 79-78. Nell’ultima azione del match, ad un secondo dalla fine, proprio Milbourne ha fallito il canestro della vittoria. Domenica, ancora alle 12, la Vanoli Cremona ospita al PalaRadi Avellino.

Marco Ravara 

VIRTUS SEGAFREDO BOLOGNA – VANOLI CREMONA 79-78

Parziali . 23-16, 40-36, 57-56

VIRTUS SEGAFREDO BOLOGNA:N’Doya 6, Lafayette 8, Aradori 10, Stefa. Gentile 4, Lawson 13, Slaughter 14, Aless. Gentile 12, Umeh 12. Rajola ne. All. Ramagli

Tiri 2p. 19-36, Tiri 3p 8-27 T.L. 17-23

VANOLI CREMONA Johnson Odom 6. Martin 15, Gazzotti 2, T. diener 2, Ruzzier 3, Ricci 10, Portannese , Sims 16, D.Diener 9, Milbourne 14. All. Sacchetti

T. 2p. 23-41, tiri 3p. 6-25 T.l. 14-16

© Riproduzione riservata
Commenti