Commenta

PAF 2018: appuntamento
al Museo Archeologico
l'11 e il 13 dicembre

Come avvenuto negli anni passati, la progettazione della nuova edizione del Porte Aperte Festival si accompagna con la proposta di appuntamenti che, nel corso dei mesi, ne costituiscono una preparazione e un’anteprima. Aspettando il PAF 2018 presenta la prossima settimana, entrambi nella sede suggestiva del Museo Archeologico di San Lorenzo, due appuntamenti letterari, con protagonisti autori che in diverso modo sono legati alla storia del Festival.

Lunedì 11 dicembre, alle 18, in collaborazione con la casa editrice Voland, verrà presentato il nuovo romanzo di Stéphanie Hochet, Un romanzo inglese, ambientato negli anni della Prima Guerra Mondiale, ricco di suggestioni e di richiami alla figura di Virginia Wolf. Dialoga con l’autrice, nota anche per essere amica di Amélie Nothomb – protagonista come si ricorderà di un’affollata presentazione lo scorso mese di febbraio nell’auditorium del Museo del Violino – Marianna Bonelli, fondatrice dell’Associazione Culturale Spritz Letterario. Sarà inoltre presente il traduttore Roberto Lana.

Mercoledì 13 dicembre, alla stessa ora, sarà la volta di Gastone Breccia, già ospite al PAF 2016, il quale presenterà la sua ultima fatica Scipione l’Africano. L’invincibile che rese grande Roma (Salerno Editrice, 2017). L’autore, docente di Storia bizantina e di Storia militare antica all’Università di Pavia, dialogherà con Marco Sartori, docente del Liceo Scientifico Aselli e autore a sua volta di importanti libri di divulgazione storica, tra cui Teutoburgo e La battaglia di Canne.

© Riproduzione riservata
Commenti