Cronaca
Commenta4

Droga nello zaino, madre avvisa i carabinieri: ragazzo arrestato per spaccio

Due etti di droga tipo marijuana, 335 euro in contanti e tutto quello che serve per confezionare le dosi. Il tutto scoperto in un’abitazione di Soresina dai carabinieri, su richiesta di intervento di una mamma,  insospettita da un forte e particolare odore che proveniva dalla camera da letto del figlio.

E’ così che ieri sera  è finito in manette A.E. 19 anni, studente, dopo che la madre aveva trovato all’interno di uno zaino nella sua stanza, più di 150 grammi di sostanza stupefacente del tipo marijuana. All’inizio la donna, 54anni, pensava che si trattasse di un tipo di “verdura”, ma visto che era suddivisa in dosi termosaldate e che con esse vi era una cospicua somma di denaro in contanti, comprendeva ben presto la verità. La donna, dopo aver rintracciato il figlio, in quel momento fuori casa, chiedeva l’intervento dei Carabinieri di Cremona al comando del maggiore Rocco Papaleo, i quali appuravano trattarsi di marijuana. La successiva perquisizione all’abitazione  consentiva di ritrovare nelle disponibilità del ragazzo ulteriori quantitativi di marijuana, per complessivi 200 grammi suddivisi in 115 bustine; un bilancino di precisione elettronico ed altro materiale utile al confezionamento di sostanze di stupefacenti. Venivano trovati inoltre appunti con somme di denaro e nomi attestanti l’attività di spaccio del giovane, che comunque ha ammesso le proprie responsabilità: automatico l’arresto in flagranza di reato per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. Questa mattina è atteso il giudizio in direttissima. Sono in corso inoltre accertamenti da parte dei militari per verificare la portata e la consistenza del giro di spaccio messo in atto dal giovane, visto il numero di dosi rinvenute ed il denaro rinvenuto nelle sue disponibilità. Accertamenti anche in relazione alla provenienza della sostanza stupefacente.

© Riproduzione riservata
Commenti