2 Commenti

Verso un 2018 ricco
di progetti: la Giunta
comunale fa il punto

Tante cose fatte e altrettante ancora da fare, con un 2018 che si preannuncia ricco di novità. Questo quanto emerso dalla conferenza stampa di fine anno della giunta comunale di Cremona, alla presenza del sindaco Gianluca Galimberti, del vice Maura Ruggeri e degli assessori Alessia Manfredini, Andrea Virgilio, Barbara Manfredini, Maurizio Manzi, Rosita Viola e Mauro Platé. “E’ stato un anno intenso e importante, che ha visto la conclusione di tanti progetti e l’avvio di altrettanti” ha spiegato Galimberti. “Tra i principali ricordiamo la ciclabile di Cavatigozzi, i lavori sul comparto al Po, con la riapertura delle Colonie Padane e del campeggio, gli investimenti legati alla manovra Lgh, l’arrivo del Mobike, il grande lavoro sul comparto universitario. Nel 2018 si proseguirà in questa direzione, con l’avvio dei lavori per il recupero di Santa Monica e conseguentemente la valorizzazione del comparto universitario”.

E ancora, si prevedono “investimenti importanti sulla mobilità ciclabile della città” ha continuato il primo cittadino. “A questo si aggiungono i progetti legati alla stazione e alla mobilità ferroviaria. E ancora, nel 2018 approderà a Cremona A2A Smart City, che vedrà della nostra città il terzo polo tecnologico lombardo del gruppo. Nel 2018 faremo la pista ciclabile di viale Trento Trieste, restituiremo via Goito alla città, concluderemo i lavori a Palazzo Affaitati e la riqualificazione dell’illuminazione pubblica”.

Fondamentali anche i progetti di riqualificazione della piscina comunale, concordati con Sport Management: “Il 22 dicembre ci hanno consegnato il progetto esecutivo per la riqualificazione della convertibile, a cui seguiranno poi i lavori di riconversione della ex vasca coperta in area palestra” ha sottolineato l’assessore Platè.

Novità in vista anche per il comparto della caserma Pagliari (gattile), dove “si richiedono interventi importanti di riqualificazione: dopo Santa Monica vorremmo che si creasse una sorta di “effetto domino” per la valorizzazione della zona” ha aggiunto Virgilio. “Ma nel 2018 avremo anche finalmente in mano i fondi stanziati grazie al Bando Periferie, che ci consentiranno di intervenire sulla riqualifica di San Felice”.

E ancora, il 2018 sarà l’anno del Pums (Piano urbano della mobilità sostenibile): “Entro metà gennaio dovremmo assegnare il bando per la realizzazione del Piano,  che dovrà prendere in considerazione la mobilità a 360 gradi” ha sottolineato Alessia Manfredini. “Intanto è stata aggiudicata la gara per il canile sanitario, la cui costruzione partirà nei primi mesi del 2018”.

Novità anche sul fronte cimitero: “E’ in programma un global service, ossia un appalto integrato per la gestione complessiva di tutti i servizi cimiteriali, che ora sono in capo a diverse coperative” ha spiegato l’assessore Viola. “Un bando da 1 milione di euro circa spalmati su tre anni. Per quanto riguarda il Polo crematorio, invece, è stata firmata una convenzione con la Socrem relativa al vecchio forno, che verrà in parte recuperato per diventare una sorta di museo”.

LaBos

© Riproduzione riservata
Commenti
  • Mirko

    Cremonesi preparatevi ad un altro anno in mano a questa giunta e da come si può dedurre dall’articolo saremo nella m…a più di quest’anno….pensano a fare le ciclabili nuove e hanno da finire il sottopasso di picenengo,di via Brescia e via persico,riasfaltare in maniera consona i lavori fatti in via Bergamo e via Milano,rifare via Brescia e via mantova e chi più ne ha più ne metta

  • Sorcio Verde

    Che strano…nessun accenno alla risoluzione del problema traffico e smog in via Giordano, cari amministratori la piaga sanguina eh?