Commenta

Accolti in Comune i
partecipanti al progetto
Global Teaching Labs

Si tratta gli studenti, dei dirigenti scolastici e dei docenti di riferimento degli Istituti coinvolti nel progetto didattico internazionale organizzato dal MIT (Massachusetts Institute of Technology) di Boston

Accolti in Comune dal Sindaco Gianluca Galimberti gli studenti, i dirigenti scolastici, i docenti di riferimento degli Istituti coinvolti nel GTL (Global Teaching Labs), progetto didattico internazionale organizzato dal MIT (Massachusetts Institute of Technology) di Boston, coordinato, per quanto riguarda le scuole lombarde, dall’Istituto “L. Pacioli” di Crema. L’esperienza didattica proposta dal GTL presenta una notevole valenza formativa, sia in relazione al tipo di didattica esperienziale condotta dagli studenti americani del MIT , sia all’utilizzo del materiale “open sources” appositamente creato per le scuole superiori dal medesimo Istituto, oltre che all’utilizzo dell’inglese come lingua veicolare.

In Italia ci sono circa 80 studenti del MIT che partecipano a questo progetto, tre dei quali sono a Cremona per tre settimane. Il Liceo Ginnasio Statale “D. Manin” ospita lo studente Sanchitt Bhattacharjee, originario di Miami, l’Istituto di Istruzione Superiore “J. Torriani” lo studente Tony Ding di Boston, e la Scuola secondaria di primo grado “A. Campi” la studentessa Madison Pickett, iscritta al secondo anno della facoltà di Ingegneria Meccanica e degli Oceani del MIT, impegnata in lezioni di matematica e scienze in lingua inglese.

Tony Ding affianca i docenti di informatica e di inglese del Torriani, in particolare del Liceo delle Scienze applicate e dell’Istituto Tecnico, mentre Sanchitt Bhattacharjee, utilizzando il materiale didattico del MIT per le scuole superiori , affronta l’insegnamento dei circuiti elettrici resistivi e capacitivi utilizzando le leggi di Ohm nelle classi finali del liceo classico e linguistico.

All’incontro hanno partecipato, tra gli altri, Mirelva Mondini, dirigente del Liceo “D. Manin” e Piergiorgio Poli, dirigente scolastico dell’Istituto Comprensivo Cremona Uno di cui la media “A. Campi” fa parte. E’ intervenuto inoltre un rappresentante dell’Ufficio Scolastico Territoriale.

Un incontro molto cordiale nel corso del quale il Sindaco ha espresso il suo apprezzamento per questo importante scambio di conoscenze e competenze che vede coinvolte anche scuole cremonesi, a dimostrazione della capacità delle istituzioni scolastiche locali di inserirsi in progetti di tale rilevanza, di partecipare a proficue collaborazione con realtà scolastiche non solo europee con spirito di grande respiro ed apertura verso altri metodi di insegnamento e ad altre culture.

© Riproduzione riservata
Commenti